21 ottobre 2010 / 17:32 / tra 7 anni

Editoria, via libera a decreto su nuove tariffe postali

ROMA (Reuters) - I ministri dello Sviluppo economico, Paolo Romani, e dell‘Economia, Giulio Tremonti, hanno firmato oggi il decreto che ridefinisce le tariffe postali per la spedizione dei prodotti editoriali.

Il decreto, si legge in una nota congiunta, “aveva ricevuto già nelle scorse settimane il parere positivo del sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all‘informazione e all‘editoria, Paolo Bonaiuti. Le nuove tariffe saranno applicabili, secondo il decreto, dall‘1 settembre 2010”.

Giunge così a conclusione la delicata questione delle tariffe postali per l‘editoria dopo l‘accordo che era stato raggiunto qualche tempo fa tra le associazioni degli editori, in particolare la Fieg (Federazione italiana editori giornali), l‘Uspi (Unione stampa periodica italiana), l‘Anes (Associazione nazionale editoria specializzata), la File (Federazione italiana liberi editori), la Fisc (Federazione italiana stampa cattolica), e Poste Italiane.

“Il decreto, che sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, consentirà di ottenere tariffe postali compatibili sia con le esigenze degli editori sia con i vincoli generali di bilancio pubblico”, conclude la nota.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below