21 ottobre 2010 / 08:45 / 7 anni fa

Fiat vede trading profit 2010 ad almeno 2 miliardi

MILANO (Reuters) - Fiat rivede al rialzo gli obiettivi per il 2010, a livelli superiori rispetto alle aspettative degli analisti, chiude il terzo trimestre con dati decisamente più forti delle attese e il titolo balza a +3%.

<p>L'amministratore delegato di Fiat Sergio Marchionne. REUTERS/Paolo Bona (ITALY - Tags: TRANSPORT BUSINESS)</p>

Alle 11.30 italiane Fiat è sui massimi della seduta e dell‘anno, in rialzo del 3,4% a 12,12 euro.

“I dati sono molto buoni, più forti della parte alta del consensus, grazie al miglioramento di tutti i business e a una tenuta dell‘auto più forte di quanto si pensava”, dice Monica Bosio, analista di Banca Imi. “La cosa più importante sono le previsioni 2010, che si sono rivelate più forti di un consensus, che stava a 1,7, massimo 1,9 miliardi”.

“Ora bisognerà verificare l‘andamento dell‘auto l‘anno prossimo e in quelli successivi”, aggiunge. “Se il Brasile, tiene, e penso che terrà, riuscirà tranquillamente a traghettare la società verso la fusione con Chrysler”.

Fiat conferma che la scissione sarà efficace dal 1 gennaio 2011, insieme alla quotazione alla borsa di Milano, già prevista per il 3 gennaio.

TRADING PROFIT 2010 VISTO AD ALMENO 2 MLD

Secondo una nota della società, il gruppo vede ora il trading profit di gruppo ad almeno 2 miliardi, ricavi a oltre 55 miliardi, utile netto a 400 milioni e debito industriale netto sotto i 4 miliardi. Il mercato attendeva previsioni di trading profit a 1,7-1,9 miliardi, secondo analisti sentiti da Reuters.

Fiat prevede nel 2010, “per tutti i settori, una performance decisamente migliore rispetto all‘anno scorso, con l‘eccezione” dell‘auto, che continuerà a risentire della fine incentivi.

Il Capex non subirà variazioni significativi nel 2010 e riprenderà a salire l‘anno successivo.

Per gli investimenti nel 2010 “è prevista una crescita marginale nei confronti dei livelli anomali e particolarmente bassi del 2009, con il ripristino di un livello di investimenti normalizzato per tutti i settori a partire dal 2011”.

NEL TRIMESTRE GRUPPO A 586 MLN, AUTO A 130

Il gruppo ha chiuso con trading profit a 586 milioni da 385 milioni del consensus raccolto da Fiat e da 308 milioni dello stesso periodo del 2009. Trading profit auto a 130 milioni da 75 milioni del consensus e da 155 del 2009.

I ricavi del gruppo si attestano a 13.479 milioni da 12.049 del 2009, quelli dell‘auto a 7.090 da 6.996 milioni.

Utile netto di gruppo a 190 milioni da 25 milioni.

Il debito al 30 settembre è sale a 4 miliardi da 3,7 miliardi di fine giugno 2010.

La liquidità resta sostenuta a 12,9 miliardi dopo il rimborso anticipato di un bond Cnh di 500 milioni da 13,5 miliardi a fine giugno 2010.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below