14 ottobre 2010 / 11:48 / 7 anni fa

UniCredit, Ghizzoni propone ruoli DG a Nicastro, Ermotti

MILANO/ROMA (Reuters) - L‘Ad di UniCredit, Federico Ghizzoni, ha proposto a Roberto Nicastro e Sergio Ermotti le cariche di direttori generali con competenze rispettivamente per il retail e il corporate.

<p>L'AD di Unicredit Federico Ghizzoni. REUTERS/Alessandro Garofalo</p>

Lo riferisce una fonte della banca aggiungendo che a Paolo Fiorentino è stata offerto il ruolo di ‘chief operating officer’, figura molto diffusa soprattutto nelle big americane.

“Ghizzoni ha proposto a Nicastro il ruolo di direttore generale per il retail e a Ermotti quella di Dg per il corporate”, dice la fonte. “A Fiorentino è stato offerto il ruolo di Coo”, aggiunge.

Interpellato all‘uscita degli uffici romani in cui si è fermato per almeno tre ore e in cui si è incontrato con Roberto Nicastro, Ghizzoni non ha voluto confermare di avere proposto una governance con due DG: “Parlo quando sarà finita”, ha detto in risposta a una domanda sull‘avvenuta definizione della struttura di governance

“Non è stata ancora annunciata, quindi non ho niente da dire”, ha aggiunto in risposta a una domanda su ‘lavori ancora in corso’. “Dopo tante ipotesi fatte non parlo”, ha concluso in risposta alla richiesta di confermare quanto detto dalla fonte della banca.

Non è chiaro quando i tre manager risponderanno alla proposta di Ghizzoni. Secondo il quotidiano Mf, la risposta potrebbe arrivare già oggi, indiscrezione che però non trova riscontri.

Oggi Nicastro - a margine di un‘iniziativa di UniCredit Foundation che ha premiato cinque organizzazioni che si sono distinte nel non profit - ha opposto un ‘no comment’ alle domande sulle recenti voci riguardanti le modifiche alla governance della banca.

Lo schema di governance - che di fatto non si discosta di molto da quello attuale - potrebbe essere portato all‘attenzione di un consiglio di amministrazione che potrebbe tenersi a metà della prossima settimana, come riferito stamani da una fonte vicina alla banca.

La novità, rispetto alle indiscrezioni che si sono rincorse fino a ieri, riguarda il ruolo di Ermotti: al manager svizzero andrebbe infatti una direzione generale - ruolo quindi alla pari con quello di Nicastro - invece della più generica responsabilità del Corporate indicata ieri da una fonte vicina alla situazione.

La stessa fonte aveva riportato infatti alcuni dubbi di Ermotti che non si sarebbe sentito “adeguatamente valorizzato”.

Ghizzoni intanto si trova a Roma per una serie di impegni istituzionali: uno in Bankitalia, che non è previsto avere nulla a che vedere con le questioni di governance della banca, l‘altro con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

GHIZZONI INCONTRA AMBASCIATORE LIBICO GADDUR

Nel corso della sua permanenza presso la sede romana di Unicredit, Ghizzoni si è incontrato anche con l‘ambasciatore libico Hafed Gaddur.

La Central Bank of Lybia detiene una quota del 4,988% e la Lybyan Investment Authorithy del 2,594% della banca di piazza Cordusio. L‘aumento della quota dei libici ha alimentato le polemiche politiche su Unicredit che hanno preceduto le dimissioni di Alessandro Profumo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below