13 ottobre 2010 / 12:09 / 7 anni fa

Ior, Riesame Roma si riserva su richiesta dissequestro conti

ROMA (Reuters) - Il Tribunale del riesame di Roma si è riservato di decidere sulla richiesta avanzata dallo Ior di dissequestro dei 23 milioni di euro sequestrati in banche italiane dopo l‘apertura di un‘inchiesta sulla presunta violazione di un decreto sulla prevenzione del riciclaggio.

Lo riferiscono fonti giudiziarie.

Lo scorso settembre, i magistrati di Roma hanno indagato il presidente e il direttore generale dello Ior, Ettore Gotti Tedeschi e Paolo Cipriani, e hanno disposto il sequestro di 23 milioni di euro.

L‘inchiesta della Procura romana riguarda due distinte operazioni: una per 20 milioni di euro destinati alla JP Morgan Frankfurt, e un‘altra di 3 milioni di euro per la Banca del Fucino.

Il 15 settembre scorso, secondo una fonte giudiziaria, l‘Unità di informazione finanziaria della Banca d‘Italia ha segnalato le transazioni - considerate sospette, anche perché prive dell‘indicazione dei beneficiari - alla Guardia di Finanza, bloccandole per cinque giorni.

Il decreto numero 231 del 2007 recepisce nel diritto italiano la normativa comunitaria sulla prevenzione del riciclaggio, e la sua violazione comporta la reclusione da sei mesi a un anno e ammenda da 5.000 a 50.000 euro.

Oggi il legale dello Ior ha ribadito davanti al Riesame l‘illegittimità del sequestro, affermando che si tratta di una somma che non deriva da reati.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below