12 ottobre 2010 / 14:56 / 7 anni fa

Vaticano, Ue avvia indagine su esenzione Ici

BRUXELLES (Reuters) - La Commissione europea ha avviato un‘indagine sull‘esenzione dal pagamento dell‘Ici che lo Stato italiano riconosce agli immobili della Chiesa cattolica e delle associazioni sportive dilettantistiche.

<p>Popa Benedetto recita l'Angelus a Castelgandolfo, in un'immagine d'archivio. REUTERS/Tony Gentile</p>

“La Commissione ritiene che gli immobili in questione potrebbero essere usati anche per attività commerciali e che tali esenzioni fiscali potrebbero pertanto distorcere la concorrenza”, si legge in una nota.

Il governo italiano, per bocca della Farnesina, si dice convinto di “poter dimostrare in maniera chiara e definitiva alla Commissione le buone e fondate ragioni che giustificano la disciplina contestata, la quale non determina una violazione a favore delle proprietà ecclesiastiche della normativa europea sugli aiuti di Stato”.

“Sono del resto le conclusioni alle quali la stessa Commissione era già giunta una prima volta nel 2008, dopo tre anni di indagini informali e un serrato dialogo con le Autorità italiane e, da ultimo, nel febbraio di quest‘anno”, aggiunge la Farnesina.

Da Bruxelles non ci sono indicazioni sull‘ammontare del gettito che lo Stato italiano rinuncia a riscuotere ogni anno.

“È completamente prematuro citare numeri in questa fase”, ha commentato Amelia Torres, portavoce del commissario europeo alla Concorrenza Joaquin Almunia, parlando con Reuters.

“Per il momento stiamo soltanto valutando la questione e cerchiamo di raccogliere informazioni”, ha aggiunto la portavoce.

L‘esenzione venne introdotta nel 1992, ma in origine si applicava agli immobili “destinati esclusivamente allo svolgimento di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive”.

Successivamente ci sono stati altri due interventi normativi: il primo con la Finanziaria del 2005; il secondo con la legge 248 del 4 agosto 2006.

Da allora è sufficiente che l‘immobile svolga un‘attività “non esclusivamente commerciale” per godere del beneficio, come nel caso di un albergo che abbia una cappella al suo interno.

La Commissione si chiede “se almeno alcune delle attività svolte dagli enti non commerciali possano essere considerate commerciali e possano essere in concorrenza con quelle svolte da prestatori di servizi commerciali”.

“Poiché questi ultimi sono soggetti ad imposizione fiscale normale, l‘esenzione dall‘Ici sembra costituire un vantaggio ingiusto per gli enti non commerciali”, spiega la nota.

Finora, aggiunge Bruxelles, “le autorità italiane non hanno fornito prove sufficienti per consentire alla Commissione di concludere che le misure contestate potrebbero essere giustificate in base ai principi del sistema fiscale italiano”.

Gli autori delle denunce hanno messo nel mirino anche una seconda agevolazione: la riduzione del 50% dell‘Irpeg concessa a enti di beneficenza, di istruzione o di ricerca senza fine di lucro, a fondazioni che hanno scopi culturali e istituti per le case popolari.

Poiché questo trattamento fiscale esisteva prima dell‘entrata in vigore del trattato europeo, la Commissione ha deciso che esaminerà la questione separatamente, “nel contesto della procedura specifica relativa alle misure di aiuto esistenti”.

La Commissione ricorda inoltre che gli aiuti esistenti prima della creazione prima dell‘adesione all‘Ue “non possono dar luogo ad una procedura di recupero neppure se vengono giudicati illegali”. In questo caso, tuttavia, lo Stato condannato deve modificare la normativa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below