8 ottobre 2010 / 10:52 / tra 7 anni

Emirati arabi: problemi con BlackBerry risolti prima di scadenza

DUBAI (Reuters) - Gli Emirati arabi uniti hanno ritirato la minaccia di sospendere i servizi del BlackBerry dopo aver risolto un contenzioso con la canadese Research in Motion (Rim), produttrice del dispositivo.

Lo riferisce l‘agenzia di stampa di stato Wam.

Gli Emirati avevano minacciato di sospendere il servizio messenger, e-mail e web browser del BlackBerry dall‘11 ottobre, se Rim non avesse offerto un modo per sistemare i server criptati nel paese, in modo che il governo potesse avere accesso alle e-mail e altri dati.

“L‘Autorità per le telecomunicazioni (Tra) ha confermato che i servizio Blackberry soddisfano le regole per la telecomunicazione degli Emirati”, spiega una nota pubblicata da Wam.

“Pertanto, tutti i servizi Blackberry continueranno ad operare normalmente e non ci sarà alcuna sospensione l‘11 ottobre 2010”, aggiunge, senza però fornire dettagli sull‘accordo.

Anche l‘Arabia Saudita e l‘India hanno minacciato di tagliare i servizi dello smartphone, ma anche in questo caso sono stati raggiunti degli accordi con Rim.

La società canadese è sotto esame anche di altri paesi nella regione, come Libano, Algeria e Kuwait, riguardo all‘accesso alla sua rete criptata che i governi vogliono monitorare per evitare possibili minacce alla sicurezza nazionale.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below