6 ottobre 2010 / 09:16 / 7 anni fa

Expo 2015, intesa tra enti su comodato d'uso per terreni

<p>Letizia Moratti sindaco di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo</p>

MILANO (Reuters) - Comune e Provincia di Milano e Regione Lombardia hanno raggiunto un‘intesa di massima sulla questione dei terreni su cui si dovrà svolgere l‘Expo 2015, puntando sulla linea sostenuta da Comune e Provincia che prevede un comodato d‘uso.

“Ieri abbiamo condiviso un percorso tra Provincia e Regione che si riallaccia a quanto condiviso nel mese di luglio con i soci di Expo”, ha detto stasera il sindaco Letizia Moratti a margine della firma di un protocollo tra Milano e Bari per l‘Esposizione universale.

“Quindi ora sta ai nostri tecnici elaborare la proposta che faremo a Fiera e al gruppo Cabassi per avere la disponibilità delle aree nei tempi tecnici previsti per presentarci al Bie il 19 ottobre”, ha aggiunto il primo cittadino, sottolineando come l‘intesa raggiunta abbia avuto l‘ok di tutti gli enti coinvolti.

“Ringrazio in modo particolare il presidente (della Regione Roberto) Formigoni perché, rispetto a diverse soluzioni e ipotesi che abbiamo esaminato approfonditamente, siamo arrivati a una proposta e a un accordo nel percorso condiviso”, ha precisato la Moratti.

Nel pomeriggio, a sottolineare che la riunione si era tenuta “in un clima di grande serenità” è stata una nota del presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà.

“Sui terreni da destinare all‘Expo, tenuto conto dei tempi dettati dal Bie, è stata presa una decisione unanime. Abbiamo deciso tutti assieme”, ha aggiunto senza fornire dettagli. “Ora possiamo lavorare con l‘obiettivo di realizzare le infrastrutture necessarie, a partire da quelle per la viabilità e per l‘ospitalità dei visitatori dell‘Esposizione universale. L‘altro aspetto decisivo è l‘impegno per sviluppare tutti i progetti, propri dell‘Expo, che possono favorire l‘economia del territorio”.

Oggi però il presidente della Regione Lombardia Formigoni, parlando al tg regionale, ha detto che “il sindaco prenderà un‘iniziativa in cui spiegherà la proposta che ella preferisce”, lasciando intendere un certo disappunto sulla scelta del comodato d‘uso.

Stamani, un funzionario del Comune del capoluogo lombardo aveva confermato l‘intesa, annunciando per la giornata un comunicato congiunto dei tre enti sui dettagli dell‘accordo.

“C’è stato un incontro alle 21,30 di ieri a casa del sindaco (Letizia Moratti) cui hanno partecipato Podestà e Formigoni, e a quanto pare l‘accordo raggiunto riguarda il diritto di superficie”, ha spiegato un funzionario del Comune.

La questione dei terreni destinati all‘Expo 2015 costituisce un tema molto delicato e discusso da mesi, con la Regione che puntava all‘acquisto dei terreni dalla famiglia Cabassi -- attualmente proprietaria delle aree in questione -- tramite una newco, e Comune e Provincia più propense al comodato d‘uso.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Il sindaco di Milano e commissario straordinario di Expo 2015 Letizia Moratti ha confermato implicitamente che la soluzione per garantire la disponibilita’ dei terreni dove si svolgera’ la manifestazione e’ quella del comodato gratuito dagli attuali proprietari, e ha sottolineato con insistenza che la strada individuata e’ stata condivisa da tutte le istituzioni, Regione Lombardia compresa.

’’. A piu’ riprese il sindaco ha ripetuto l’aggettivo ’’condiviso’’, come a scongiurare quelle diversita’ di vedute che anche oggi, dopo il vertice di ieri sera, il governatore lombardo ha invece tenuto a rimarcare.

’’Ieri abbiamo condiviso un percorso tra Provincia e Regione che si riallaccia a quanto condiviso nel mese di luglio con i soci di Expo - ha assicurato Letizia Moratti - quindi ora sta ai nostri tecnici elaborare la proposta che faremo a Fiera e al gruppo Cabassi per avere la disponibilita’ delle aree nei tempi tecnici previsti per presentarci al Bie il 19 ottobre’’.

Per il sindaco Moratti, dunque, l’incontro di ieri sera e’ stato un momento proficuo di sintesi politica tra i rappresentanti delle istituzioni locali che ha portato a stringere un accordo riconosciuto da tutti. ’’Credo che questo sia un fatto estremamente positivo per l’Expo - ha concluso Letizia Moratti - che certamente deve vedere tutte le istituzioni unite in un gioco di squadra’’.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below