5 ottobre 2010 / 16:48 / 7 anni fa

Generali, Fitch rivede outlook a stabile da negativo

5 ott - Fitch ha rivisto l‘outlook sul rating di Assicurazioni Generali a stabile da negativo. Lo dice una nota dell‘agenzia che contestualmente ha confermato il rating ‘AA-’ per la compagnia.

<p>David Riley, Managing Director di Fitch Ratings. REUTERS/Jessica Rinaldi</p>

Inoltre l‘agenzia di rating ha confermato anche il rating per il bond subordinato ibrido di Generali a ‘A’.

La revisione dell‘outlook riflette il miglioramento dell‘adeguatezza patrimoniale attraverso gli utili non distribuiti a fine 2009 e il consolidamento su questo livello nel corso del 2010, anche se questa tendenza è stata parzialmente controbilanciata dal capitale assorbito dalla forte nuova produzione Vita, soprattutto in Italia.

Secondo Fitch, Generali ha anche dimostrato capacità di resistenza a condizioni di trading volatili e avverse nei suoi mercati core nelle attività Danni, particolarmente in Italia.

I rating continuano a riflettere la forza delle operazioni della compagnia e del suo radicamento in Italia, Germania e Francia, grazie all‘approccio multicanale/multibrand del gruppo e a pratiche prudenti sulle riserve.

Tuttavia, l‘adeguatezza patrimoniale, così come misurata da Fitch, seppur in miglioramento dai livelli 2008, continua a fornire solo un marginale supporto per una società con rating nel range ‘AA’. Il ratio Solvency 1 della compagnia a fine giugno 2010 era 140% (incluse plusvalenze non realizzate e fuori bilancio su investimenti immobiliari, livello in linea con il livello patrimoniale di fine 2009 a 142%.

Con 322 miliardi di euro di investimenti propri e 17 miliardi di euro di fondi dei propri azionisti a fine giugno 2010, Generali risulta esposta alle fluttuazioni del mercato, in patricolare dati i livelli attuali di capitalizzazione, dice Fitch.

L‘agenzia ritiene comunque che Generali benefici di una forte flessibilità finanziaria, dovuta a un track record di successo nel rifinanziamento del debito. La compagnia ha inoltre una prudente politica di investimenti, con circa l‘80% dei suoi stessi investimenti allocati in titoli a reddito fisso con alti rating.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below