27 settembre 2010 / 11:21 / 7 anni fa

Borsa Milano poco mossa, attende Wall Street, tiene Unicredit

MILANO (Reuters) - A Piazza Affari la seduta procede fiacca con scarsa attività e pochi spunti di rilievo.

In linea con l‘andamento delle altre borse europee, gli indici milanesi annullano i lievi guadagni della mattinata e attendono nuove indicazioni dall‘apertura di Wall Street dove i futures lasciano intravedere un‘avvio poco mosso dopo il rally di venerdì.

Tra i pochi temi degni di nota da segnalare gli acquisti sul settore delle costruzioni e cemento, mentre in quello bancario Unicredit tiene a fronte di una debolezza generale del settore

“Questa mattina si fa veramente poco. Non ci sono storie”, dice un trader,

“Siamo partiti con maggiore ottimismo ma ora riaffiorano le incertezze del mercato soprattutto sul settore finanziario”, aggiunge un‘operatrice.

Attorno alle 13,00 l‘indice FTSE Mib registra un frazionale +0,04%, l‘AllShare +0,09% mentre l‘FT Mid Cap avanza dello 0,23%. Volumi attorno a 1,5 miliardi di euro.

* In evidenza BUZZI (+2,1%) e ITALCEMENTI (+1,54%) che evidenziano guadagni superiori ai concorrenti europei.

“Gli analisti stanno rivedendo le valutazioni su Italcementi dopo l‘investor day di venerdì scorso”, dove il gruppo bergamasco ha presentato le linee guida del piano industriale a cinque anni, ha ricordato un trader.

Il piano investimenti da 3 miliardi di euro circa indicato dalla società “è più alto delle nostre stime di 2,85 miliardi di euro”, dice in una nota Banca Akros che ha rivisto al ribasso il target price a 7,5 da 8 euro confermando il giudizio “hold”.

Il settore delle costruzioni vede anche il rialzo dell‘1,1% di IMPREGILO.

* Il miglior titolo del FTSE MIB è GEOX con un rialzo del 2,8% che non trova spiegazioni specifiche da parte degl operatori.

* Tra i finanziari in evidenza AZIMUT (+1,5%) spinta dall’“outperform” con cui Credit Suisse ha avviato la copertura sul titolo.

“Una ripresa dell‘appetito degli investitori nei fondi comuni italiani darebbe un‘accelerazione nei flussi netti di fondi per Azimut”, scrive il broker che ha fissato un target price di 9,2 euro.

* UNICREDIT sale dello 0,7%: prosegue la ricerca del successore di Alessandro Profumo mentre sulla futura governance una delle ipotesi sarebbe quella di affiancare al nuovo Ceo un direttore generale.

Sulla performance del titolo “non vedo motivi particolari; segue l‘andamento generale del listino”, commenta un trader.

* Sul fronte dei ribassi debolezza per le banche INTESA SANPAOLO, MEDIOBANCA, UBI, POP MILANO, insieme agli altri finanziari MEDIOLANUM e FONSAI.

* Rialzo poco sotto l‘1% per STM e TELECOM ITALIA. ENEL passa in negativo dopo che stamani la controllata spagnola Endesa ha annunciato l‘accordo raggiunto per la cessione dell‘80% della sua rete gas a due fondi di Goldman Sachs per un totale di 800 milioni di euro.

* Fuori al paniere principale SS LAZIO balza del 6% circa dopo la vittoria nel campionato di calcio ieri che ha spinto il club biancoceleste in testa alla classifica.

* Interesse su RISANAMENTO (+7,4%) che ha aggiornato a stasera il Cda sulla semestrale.

* PIAGGIO sale del 3,5% circa dopo che la stampa parla di possibili nuovi incentivi a favore del settore delle due ruote. I primi stanziamenti del governo per il settore si erano esauriti in due settimane, mentre altri non hanno tuttora esaurito i fondi a disposizione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below