22 settembre 2010 / 15:41 / tra 7 anni

Finanza, accordo Ue per organi di vigilanza da gennaio

BRUXELLES (Reuters) - I parlamentari dell‘Unione europea hanno approvato oggi in via definitiva la creazione di organi che controllino il sistema bancario europeo, ma anche il mondo finanziario e assicurativo, varando una delle riforme di maggiore portata degli ultimi decenni.

Dopo un anno di trattative, il Parlamento europeo ha votato a gran maggioranza a favore delle nuove autorità, che avranno il potere di capovolgere le decisioni degli enti regolatori nazionali.

Gli organi di controllo, che avranno competenze nel settore bancario, assicurativo e finanziario, inizieranno a lavorare da gennaio, tre anni dopo l‘inizio della crisi finanziaria che, secondo molti politici, è stata causata dagli eccessi del sistema bancario.

La riforma istituisce enti di vigilanza che possono decidere contro il parere delle agenzie nazionali, ma anche un nuovo corpo che risponde alla Banca Centrale Europea il cui scopo è controllare altri rischi rilevanti come, ad esempio, le bolle speculative in campo immobiliare.

Anche se gli enti avranno poteri limitati quando inizieranno a lavorare il prossimo anno, aumenteranno comunque le loro competenze coprendo di tutto a partire dagli hedge fund fino ad arrivare ai bonus dei banchieri.

Michel Barnier, commissario francese in carica delle riforme in campo finanziario, ha detto ai parlamentari che il sistema potrebbe essere un modello per il mondo intero.

“Costruiremo il miglior sistema regolatore e di supervisione al mondo”, ha detto.

Alcuni hanno paura che le nuove autorità cercheranno in tutti i modi di ottenere i soldi di cui hanno bisogno, in contrasto con altri paesi come la Gran Bretagna che hanno paura di perdere influenza sui sistemi finanziari nazionali.

“L‘accordo è fatto, ma dietro l‘angolo ci aspettano i prossimi grandi scontri”, ha detto Sven Giegold, membro tedesco del Parlamento Europeo che ha negoziato l‘accordo. “Quanti soldi e personale otterranno le nuove autorità?”.

Ciò nonostante, la loro formazione centralizza la supervisione finanziaria in Europa, cambiamento di rotta più profondo di quanto pensato da Washington. Il nuovo sistema potrebbe avere delle conseguenze sulle grandi banche e sulle multinazionali in campo assicurativo.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below