22 settembre 2010 / 06:24 / 7 anni fa

Unicredit, Cda accetta dimissioni AD, deleghe a Rampl

<p>L'ad di Unicredit Alessandro Profumo REUTERS/Remo Casilli</p>

MILANO (Reuters) - Il Cda di Unicredit ha accettato le dimissioni dell‘AD Alessandro Profumo e passato temporaneamente le consegne al presidente Dieter Rampl perché guidi il gruppo fino alla nomina di un successore del manager, che lo stesso Rampl ha avuto mandato di identificare e proporre.

La conferma ufficiale è arrivata con una nota nella notte dopo una intensa giornata all‘insegna dei colpi di scena, secondo quanto hanno riferito man mano diverse fonti, tra dimissioni presentate e conta dei voti in sede di Cda.

“Il consiglio di amministrazione di UniCredit e Alessandro Profumo hanno, a seguito dell‘orientamento maturato dal consiglio, concordato che, dopo 15 anni, è giunto il momento per un cambiamento al vertice del gruppo. Alessandro Profumo ha quindi rassegnato le dimissioni da amministratore delegato, che il Cda ha accettato”, si legge nella nota.

“Fino alla nomina di un nuovo amministratore delegato, il Cda ha trasferito in via temporanea le deleghe esecutive al presidente Dieter Rampl, che, supportato dai Deputy Ceo guiderà il gruppo. Inoltre, il Cda ha dato mandato al presidente Rampl di identificare e proporre il successore di Alessandro Profumo nelle prossime settimane”, conclude la nota.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below