17 settembre 2010 / 10:30 / tra 7 anni

Weber, crisi ancora in corso ma nessun default zona euro

OESTRICH-WINKEL (Reuters) - La crisi finanziaria non è ancora finita, ma nessun paese della zona euro rischia di andare in default per problemi debitori. Lo ha detto il presidente della Bundesbank Axel Weber, aggiungendo che la regolamentazione deve essere revisionata a scadenze regolari.

Timori sulla sovibilità di alcuni paesi della regione sono riemersi nelle settimane recenti, parallelamente a un peggioramento delle prospettive per l‘economia globale.

“La crisi finanziaria è ancora tra noi, non siamo nell‘anno uno dopo la crisi, siamo nel quarto anno della crisi” ha affermato Weber in un discorso alla European Business School.

Tuttavia, ha proseguito il banchiere centrale, membro del direttivo Bce, sebbene i mercati prezzino un eventuale default greco, nessuno dei paesi dell‘area euro andrà in bancarotta.

“Un default sovrano nella zona euro non ci sarà.... molti soldi sono stati messi sul piatto, ma sono stati concessi a condizioni molto severe” ha affermato.

“La Grecia deve rimanere un‘eccezione assoluta” ha aggiunto in riferimento al sostanzioso pacchetto di aiuti concessi al paese dall‘Ue e dal Fmi.

REGOLAMENTAZIONE, MANUTENZIONE CONTINUA

Un giudizio positivo sull‘accordo dello scorso weekend sulle neuove regole per il settore bancario, la cosiddetta Basilea III, è stato espresso da Weber, che ha parlato di giusto bilanciamento.

Ma le regole, ha aggiunto, devono essere riviste regolarmente per impedire alle banche di escogitare nuovi modi per aggirarle, mentre occorre evitare che le banche diventino così grandi che un loro fallimento metta in pericolo l‘intero sistema finanziario.

“L‘azzardo morale è ancora presente nel sistema finanziario... Voglio che si arrivi a una situazione dove l‘espressione ‘troppo grande per fallire’ non esista” ha aggiunto. “Le banche devono poter fallire, ma ciò deve poter avvenire in maniera ordinata”.

In Germania, ha poi sottolineato Weber, non c’è un mercato abbastanza ampio per tutte le banche attualmente presenti nel paese.

“La Germania è oggi un mercato assolutamente sovra-bancarizzato” ha spiegato il governatore della Bundesbank. “Anche se le banche volessero utilizzare i maggiori vincoli di capitalizzazione per incrementare i margini, la concorrenza sul mercato glielo impedirebbe”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below