9 settembre 2010 / 14:38 / tra 7 anni

Vodafone cambia assetto, possibile sfoltimento quote minoranza

LONDRA (Reuters) - Vodafone risponde alla critiche dei soci semplificando la sua struttura e non escludendo di liberarsi di partecipazioni di minoranza in ottica di “massimizzazione del valore per gli azionisti”.

La numero uno al mondo della telefonia mobile per fatturato (sul fronte degli abbonati vince China Mobile) ha ceduto questa settimana per 6,5 miliardi di dollari la quota del 3,2% detenuta proprio nella rivale cinese.

Oggi ha spiegato che ridurràa due da tre le “regioni operative” - Europa da un lato, Africa, Medioriente e Asia Pacifico dall‘altro - e manterrà fuori dalla struttura regionale le quote di minoranza possedute in giro per il mondo. La società non ha chiarito che farà di questi asset, ma spiega che l‘AD Vittorio Colao e il suo Cfo lavorerano a massimizzare il valore di investimenti come quello in Verizon Wireless, SFR in Francia, Polkomtel in Polonia e Bharti in India.

Gli analisti si aspettano che Vodafone ceda il suo 25% in Polkomtel e il 44 di SFR, joint con Vivendi.

Il 4,4% Bharti Airtel resterebbe in portafoglio perchè difficilmente vendibile e anche il 45% in Verizon Wireless potrebbe essere ceduto solo al partner Verizon.

Le azioni Vodafone hanno reagito poco all‘annuncio e, in un mercato girato in positivo dopo i dati Usa odierni, alle 16,10 continua in negativo perdendo 0,5%. Anche lo Stoxx 600 European telecoms index cede 0,2%.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano

Le top news su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below