9 settembre 2010 / 09:08 / 7 anni fa

Italia, Ocse vede Pil del terzo trimestre a -0,3%

MILANO (Reuters) - L‘espansione dell‘economia italiana si arresterà bruscamente nella seconda metà dell‘anno secondo l‘Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.

<p>Un impiegato conta banconote REUTERS/Pichi Chuang</p>

Nel cosiddetto interim assessment, pubblicazione intermedia tra i due Economic Outlook semestrali, l‘Ocse indica per l‘Italia un tasso di crescita trimestrale annualizzata pari a -0,3% per i tre mesi a settembre e di 0,1% per l‘ultimo trimestre dell‘anno dopo un progresso di 1,5% nel secondo trimestre 2010.

Le stime analoghe per le prime tre economie dell‘area euro sono, rispettivamente, 0,4% e 0,6%, con la Germania in pole position (0,7% e 1,1%), seguita dalla Francia (0,7%, 0,3%).

Se quella dell‘Italia rappresenta la performance più debole tra le principali economie dell‘euro, il rallentamento della crescita è comunque generalizzato.

Il rallentamento, secondo l‘Ocse, potrebbe essere generalmente più pronunciato di quanto non si pensasse. Tuttavia le incertezze sono numerose.

“Nella seconda metà dell‘anno la crescita delle economie del G7 potrebbe rallentare fino all‘1,5% circa annualizzato”, scrive l‘Ocse.

“Non è ancora chiaro se la perdita di slancio della ripresa sia temporanea ... o se indichi invece una maggiore debolezza strutturale della spesa privata nel momento in cui viene gradualmente meno il sostegno offerto dalle politiche pubbliche”.

Se la perdita di vigore della ripresa sarà solo temporanea sarebbe opportuno rinviare di alcuni mesi l‘eliminazione dello stimolo monetario, tenendo invece fede ai piani di consolidamento di bilancio.

Al contrario, se il rallentamento riflette forze frenanti di più lungo respiro, potrebbe rendersi necessario un ulteriore stimolo monetario sotto forma di allentamento quantitativo o di un impegno a una politica di tassi prossimi allo zero per un periodo esteso di tempo. Laddove le finanze pubbliche lo consentissero, sarebbe anche opportuno rinviare la correzione dei saldi di bilancio.

L‘Ocse prevede per le economie del G7 un tasso di crescita trimestrale annualizzata dell‘1,4% nel trimestre in corso (da 2,5% del precedente) e dell‘1% nell‘ultimo trimestre dell‘anno.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below