August 25, 2010 / 4:30 PM / 8 years ago

Eni conferma trattativa con governo kazako su cessione quota gas

RIMINI (Reuters) - L’amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni conferma di essere in trattativa con il governo del Kazakistan per ridurre la quota detenuta nel giacimento di gas di Karachaganak.

Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni, in foto d'archivio. REUTERS/Sebastien Pirlet

Il top manager non fornisce però indicazioni sulla quota in discussione e che secondo alcune fonti vicine alla vicenda sarebbe del 10%.

“Confermo la trattativa, non confermo la quota del 10%”, ha detto Scaroni a margine del meeting dell’Amicizia.

Una fonte vicina alle trattative ha detto che Karachaganak Petroleum Operating (KPO), il gruppo costituito da Eni, British Gas, Chevron e Lukoil hanno discusso i termini della vendita di una quota del 10% al governo kazako lo scorso 19 luglio senza arrivare però ad un accordo definitivo.

“Le società hanno detto che avrebbero trasferito il 5% allo stato se questo abbandona il progetto di reintrodurre i dazi all’esportazione di petrolio o lascia cadere la causa da oltre un miliardo di dollari sulla sopravvalutazione dei costi”, ha detto la fonte.

“Il Kazakistan acquisterà il restante 5% in contanti”, ha aggiunto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below