10 agosto 2010 / 15:57 / 7 anni fa

Russia, ondata di caldo colpirà crescita economica, ancora roghi

Di Amie Ferris-Rotman e Steve Gutterman

MOSCA (Reuters) - L‘enorme ondata di caldo che si è abbattuta sulla Russia potrebbe costarle fino a 14 miliardi di dollari di mancata crescita economica, come hanno stimato oggi gli economisti, mentre i roghi infuriano in diverse province e le previsioni dicono che il caldo soffocante durerà per tutta la settimana.

Il primo ministro Vladimir Putin, che ha cercato di ridare smalto alla sua immagine di uomo d‘azione e di minimizzare le ricadute politiche di siccità ed incendi, è volato in un aereo antincendio che ha scaricato l‘acqua su un rogo a sudest di Mosca, come hanno riferito i media di stato.

La televisione pubblica ha mostrato Putin con le cuffie alle orecchie in una cabina di pilotaggio, che schiacciava i pulsanti di un quadro comandi.

La peggiore ondata di caldo mai registrata in Russia potrebbe costare un punto percentuale di Pil, secondo le stime, indebolendo la ripresa dopo la crisi dello scorso anno.

Prima che le temperature tropicali seccassero i raccolti e il fumo degli incendi avvolgesse Mosca, era atteso che l‘economia crescesse di circa il 4% nel 2010, dopo essere scesa del 7,9% lo scorso anno.

Inoltre, la siccità ostacola il sogno del Cremlino di far cessare la dipendenza dal petrolio e dalle materie prime, sviluppando e modernizzando altri settori come l‘agricoltura.

Con le elezioni nei prossimi due anni, Putin e il presidente Dmitry Medvedev cercano di evitare un nuovo disastro dopo che gli incendi hanno ucciso almeno 52 persone e fornito argomenti ai critici che li accusano di cattiva gestione.

Il governo ha sostenuto la proposta del ministro delle Emergenze, Sergei Shigu, di pompare 54 miliardi di rubli (1,81 miliardi di dollari) nel giro di tre anni nei sistemi antincendio, la cui debolezza è emersa in questo periodo.

Il ministero delle Emergenze ha detto che oggi la zona coperta dagli incendi, 1740 chilometri quadrati, non è cambiata. Secondo una portavoce, 42 aerei e circa 166.000 persone stanno combattendo gli incendi.

Un fumo acre avvolge la capitale russa da settimane, contribuendo a rendere l‘aria rovente, e le autorità sanitarie della città hanno detto ieri che i decessi sono doppi rispetto alla media del periodo.

L‘ondata di caldo -- probabilmente la peggiore nella storia della Russia, secondo il servizio meteo statale -- ha aggravato la siccità, alzando i prezzi del grano ad una velocità mai vista in 30 anni e sollevando lo spettro di una crisi alimentare.

Alexander Morozov, capo economista per la Russia e i paesi ex sovietici alla banca HSBC, si attende che il caldo e le sue conseguenze riducano di un punto percentuale la crescita del Pil.

“Le perdite in agricoltura appaiono più serie e prevedo che contribuiranno per lo 0,5%. Il restante 0,5% verrà da altri settori -- minore produzione industriale, minore domanda e calo della produttività”, ha detto.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below