5 agosto 2010 / 06:04 / tra 7 anni

Marea nera, Bp pompa cemento nel pozzo danneggiato

HOUSTON/DALLAS (Reuters) - Bp ha iniziato a pompare cemento dentro il pozzo danneggiato nel Golfo del Messico e continuerà a farlo fino a domani, con l‘intento di chiuderlo in maniera stabile.

<p>Un'immagine del pozzo danneggiato di Bp. REUTERS/BP/Handout (UNITED STATES - Tags: BUSINESS DISASTER ENERGY ENVIRONMENT)</p>

Lo ha detto oggi l‘ex ammiraglio della Guardia Costiera Thad Allen, che coordina la risposta all‘emergenza per conto del governo americano.

Dopo i test condotti ieri, il successo dell‘operazione “static kill” e il via libera di Allen, Bp ha iniziato oggi pomeriggio a pompare cemento all‘interno del pozzo.

“L‘intento dell‘operazione è di contribuire alla strategia per eliminare e isolare il pozzo”, ha scritto Bp in un comunicato. “Questa procedura è complementare alla realizzazione di un pozzo secondario”.

Allen ha detto poi in un Briefing a Washington che l‘operazione dovrebbe durare fino a venerdì.

“Non è la fine della crisi, ma in teoria questo passaggio ci darà la garanzia che il greggio non sarà più riversato nell‘ambiente”, ha detto.

L‘operazione -- l‘iniezione di materiali fangosi già avvenuta nel pozzo e l‘introduzione di cemento tuttora in corso -- è la prima delle due fasi di un piano d‘azione che porterà alla chiusura definitiva del pozzo. La crisi dovrebbe essere definitivamente risolta con l‘attivazione di un pozzo ausiliario.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below