28 luglio 2010 / 07:38 / tra 7 anni

Borse Asia Pacifico positive, Shanghai la migliore

MILANO (Reuters) - Le principali piazze dell‘area Asia-Pacifico viaggiano in territorio positivo, dopo aver oscillato a lungo attorno la parità, rallentando parzialmente la corsa al rialzo degli ultimi giorni. A frenare gli indici, inizialmente, il sentiment di sfiducia alimentato dalla riduzione della fiducia dei consumatori americani a luglio mentre il rally di Tokyo ha stimolato i mercati in positivo.

<p>Un investitore ritratto davanti ai grafici sull'andamento del mercato azionario (foto d'archivio). REUTERS/David Gray</p>

Intorno alle 8,50 italiane, l‘indice MSCI delle Borse asiatiche, che esclude Tokyo, sale dello 0,29 %, mentre il Nikkei ha chiuso in rialzo del 2,7%.

Le piazze cinesi di HONG KONG e SHANGHAI sono entrambe in deciso rialzo, dopo che la Banca Centrale ha escluso grossi cambiamenti nella politica economica nei prossimi mesi e ha affermato che, sebbene ci sia un rallentamento della crescita economica, non c’è il rischio di una doppia caduta.

In una dichiarazione sul sito internet ufficiale dell‘istituto, la Banca Centrale si è detta “moderatamente ottimista” sullo scenario economico, segnalando la fine della pressione dell‘inflazione.

SHANGHAI è la piazza più brillante. Buona la performance dei produttori di materie per la costruzione, trainati dalla notizia da una revisione della politica industriale del settore, volta ad eliminare le inefficienze della capacità produttiva. Anhui Conch Cement, il più grande produttore di cemento del paese, guadagna il 9%.

A HONG KONG, in evidenza le piccole banche, viste come possibili obiettivi di un take-over, sulla base delle indiscrezioni che ICBC potrebbe privatizzare la divisione di Hong Kong e rafforzare la propria presenza sull‘isola tramite l‘acquisto di un‘istituto di piccole-medie dimensioni. Buona la performance delle compagnie aeree, con China Eastern Airlines su dell‘8%, a seguito dell‘outlook positivo di Morgan Stanley sul traffico aereo nel secondo semestre.

TAIWAN ha chiuso in rialzo dello 0,47%, trascinata dalla performance del produttore di cellulari HTC, che ha lanciato dei telefoni con il proprio brand facendo l‘ingresso nel mercato cinese.

La borsa indiana viaggia sulla parità. Gli investitori mantengono un atteggiamento prudente di fronte alle trimestrali. Il titolo dell‘operatore dell‘energia Reliance Industries scivola sotto l‘1%, dopo essere stato a lungo in positivo, a seguito del downgrading subito da parte di una serie di broker, poco convinti dalla trimestrale, che ha pure ha visto crescere gli utili.

La piazza di SIDNEY ha chiuso in rialzo dello 0,7%, trainata dalle banche e minerari, che hanno agganciato l‘indice australiano al trend positivo della regione, dopo un avvio di seduta in territorio negativo legato alla diffusione del dato sull‘inflazione del trimestre, più basso delle attese.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below