23 luglio 2010 / 07:18 / 7 anni fa

Santa Giulia, Risanamento presenterà richiesta riesame sequestro

MILANO (Reuters) - Risanamento presenterà una richiesta di riesame del provvedimento di sequestro preventivo dell‘area di Santa Giulia per poter conoscere e valutare gli atti processuali.

<p>L'aula di un tribunale. REUTERS</p>

Lo si legge in una nota della società diffusa all‘indomani del Consiglio di amministrazione conclusosi ieri sera, specificando che al termine delle valutazioni verranno assunte le opportune e necessarie iniziative.

Il Cda ha inoltre deciso di dare mandato a una società esperta di ambiente di valutare gli eventuali interventi da affettuare sull‘area e relativi costi, nonché l‘eventuale incidenza sul piano industriale e finanziario della società, aggiunge la nota.

Il Consiglio ha infine dato mandato ai proprio legali di promuovere le azioni necessarie contro i soggetti terzi coinvolti “nell‘interesse di Risanamento e Milano Santa Giulia - parti lese per effetto della vicenda”, spiega la nota.

La società sottolinea inoltre “che già nei primi mesi dell‘anno è stato affidato a una società di primario standing incarico di avviare un processo di analisi documentale relativo alla verifica dello stato di conformità delle opere di bonifica eseguite presso l‘Area di Milano Santa Giulia”, dalle quali risultava appunto conforme.

Il 20 luglio l‘area Montecity-Rogoredo di proprietà della Milano Santa Giulia Spa, gruppo Risanamento, è stata sottoposta a sequestro preventivo per reati ambientali per decisione del Gip del Tribunale di Milano. Le ipotesi sono di reato di gestione dei rifiuti non autorizzata e di avvelenamento delle acque.

Messa a bilancio per un valore di circa 1 miliardo di euro, Santa Giulia potrebbe richiedere un intervento di bonifica dell‘ordine di 400-500 milioni di euro, secondo quanto riporta il verbale dell‘interrogatorio dell‘imprenditore del sottore bonifche Giuseppe Grossi, indagato fra gli altri assieme all‘azionista di maggioranza di Risanamento Luigi Zunino.

Nella nota il cda ha comunque ribadito che nella zona nord dell‘area i lavori sono stati avviati e un buona parte eseguiti dall‘originario proprietario dell‘area, che i costi di bonifica sostenuti da Milano Santa Giulia ammontano a 97 milioni di euro Iva esclusa e che al termine della bonifica le autorità competenti ne avevano attestato la conformità alla normativa vigente.

Intorno alle 9.30 il titolo avanza del 2,85% a 0,325 euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below