14 luglio 2010 / 07:49 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude debole seduta tecnica, giù banche, corre Stm

MILANO (Reuters) - Seduta tecnica a Piazza Affari che chiude in lieve calo una giornata senza particolari spunti. Ben raccolta Stm, mentre le prese di beneficio penalizzano le banche.

<p>Borsa di Milano in foto d'archivio. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

“Il derivato non è riuscito a rompere la resistenza di 21.000 punti e di conseguenza ha corretto. E’ un mercato tecnico”, osserva un trader.

L‘indice FTSE Mib cede lo 0,23%, così come l‘AllShare, mentre il Mid Cap scende dello 0,45%. Volumi poco sopra 1,8 miliardi di euro nel finale.

* FINMECCANICA pesante con un calo dell‘1,7% dopo il taglio del rating da parte di Morgan Stanley a “underweight” con uno nuovo target price a 9,6 euro. La banca d‘affari ha rivisto il giudizio sul settore della difese e arospazio a causa dei timori dei tagli dei budget per la difesa.

* I realizzi tra i titoli bancari penalizzano maggiormente UBI (-0,92%) e UNICREDIT (-0,84%) dopo che i due istituti sono reduci da un guadagno del 10% e del 13% circa rispettivamente nelle ulime cinque sedute.

Ribassi più contenuti per MPS e INTESA SP.

* STM svetta al rialzo con un +2,67%in un settore che festeggia le buone notizie di Intel e ASML che hanno migliorato l‘outlook dopo i risultati sopra le attese del secondo trimestre. Il settore dei tech in Europa sale dell‘1,15%.

* Tra gli altri pochi spunti positivi UNIPOL avanza del 2,31% e FONSAI dello 0,55%.

Nel maxi emendamento alla manovra economica è prevista una modifica della stretta fiscale sulle riserve assicurative del ramo vita che alleggerirà il peso per le compagnie rispetto ai propositi inziali.

“È una notizia positiva. Tuttavia, il mercato non ha penalizzato troppo il settore negli ultimi giorni”, dice Banca Akros in un report.

* Tonica FIAT (+0,7%) confermando la buona fase del titolo in vista della prossima trimestrale e dei dettagli sullo spin-off.

* ATLANTIA in ribasso dell‘1,08% dopo che Standard & Poor’s ha confermato i rating già assegnati ad Atlantia e Autostrade per l‘Italia ma ha modificato l‘outlook a negativo da stabile.

* Debolezza per TELECOM ITALIA (-0,46%) nel giorno dell‘incontro con le parti sociali sul piano licenziamenti.

* LUXOTTICA termina a -1,95% dopo che Ubs ha eliminato il rating a breve “buy” sul titolo confermando il giudizio globale “neutral” e il target price a 21 euro.

* Fra i minori STEFANEL sale del 19,62%, complice lo scarso flottante, proseguendo la corsa ininterrotta dall‘avvio dell‘aumento di capitale a forte effetto diluitivo. I relativi diritti salgono 59,17% a 2,19 euro.

* Vola anche MERIDIANA con un balzo del 21%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below