13 luglio 2010 / 13:04 / tra 7 anni

Mercato auto Europa Occidentale di giugno visto in calo 6,2%

<p>Catena di montaggio Fiat in foto d'archivio. REUTERS/Ivan Milutinovic</p>

TORINO (Reuters) - Le immatricolazioni di auto nuove in Europa Occidentale a giugno sono viste visto in calo del 6,2% a 1.300.099 unità, secondo gli analisti di Global Insight.

“E’ un mercato pesante, che risente del forte calo in Germania e Italia dopo la fine degli incentivi, a cui si aggiunge la flessione della Grecia”, ha detto a Reuters il direttore di Global Insight, Pierluigi Bellini.

Nel complesso dei sei mesi dell‘anno il saldo delle vendite è ancora positivo di 1,7% con 7.180.176 vetture vendute, dice ancora Global Insight.

La stima dell‘istituto è relativa alla Ue a 15 più la Svizzera.

Il saldo di giugno è contrassegnato dagli effetti della fine incentivi in Germania e Italia.

Le vendite in Germania, maggior mercato continentale, sono cadute a giugno del 32% con 289.259 vetture (da 427.103 del giugno 2009). In Italia il calo è stato del 19% a 170.625 immatricolazioni e in Grecia del 39% a 14.370 vetture.

Di converso proseguono in positivo gli altri mercati, tra cui Spagna (+26% a 121.873 vetture), Gran Bretagna (+11% a 195.226), Francia (+2% a 240.531).

Su volumi ridotti spicca il +82% dell‘Irlanda (8.323) e del 63% del Portogallo (26.029).

Nel complesso dei sei mesi chiudono in negativo solo il mercato tedesco (-29% a 1.468.791) e greco (-14% a 98.532) mentre l‘Italia resta ancora in positivo del 3% (1.135.914) per la spinta della coda degli incentivi nel primo trimestre dell‘anno.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below