7 luglio 2010 / 06:45 / tra 7 anni

Borse europee, indici in calo su dati Usa e timori ripresa

LONDRA (Reuters) - Le borse europee viaggiano in territorio negativo, con i deludenti dati macroeconomici americani che fanno temere una ripresa economica lenta, incidendo sul sentiment degli investitori e annullando i guadagni messi a segno ieri.

Pesano sui listini soprattutto i titoli minerari, mentre il comparto auto è l‘nuico a mantenersi in territorio positivo.

Le preoccupazioni per la crescita economica ieri sono state ulteriormente alimentate dall‘Institute for Supply Management (Ism), che ha mostrato come il settore terziario Usa sia cresciuto a giugno, ma a un tasso inferiore, il più basso da febbraio.

L‘indice Ism è solo l‘ultimo di una serie di dati non brillanti, come quelli sulle spese dei consumatori, sul mercato immobiliare e sull‘occupazione.

“Il flusso continuo di dati economici deludenti nell‘ultimo periodo sta alimentando le paure dei mercati sull‘adeguatezza della domanda globale quando gli stimoli fiscali saranno ritirati” spiega Bernard McAlinden, analista di NCB Stockbrokers.

Intorno alle 10,20 l‘indice europeo FTSEurofirst 300 cede l‘1,06%, mentre sulle singole piazze il Ftse 100 britannico scende dell‘1,1%, il Dax tedesco dello 0,85% e il Cac 40 francese dell‘1,17%.

Tra i titoli in evidenza:

* MARKS & SPENCER cede il 2,4%. La catena britannica ha annunciato il terzo aumento consecutivo nelle vendite trimestrali, ma a un ritmo lievemente inferiore, e si è mostrata cauta nell‘outllok sui consumatori, come già fatto dai suoi concorrenti. RBS ha iniziato la copertura sul titolo con “sell”.

* CRH cede oltre l‘8% dopo aver annunciato che l‘utile operativo del primo semestre sarà circa la metà rispetto a quello di un anno prima e aver previsto un calo delle vendite sull‘intero anno maggiore di quanto inizialmente stimato, a causa degli effetti della crisi del debito in Europa e del rallentamento della crescita Usa.

* SAINSBURY sale di quasi il 3%, ampliando i guadagni di ieri, sulle speculazioni che l‘azionista (con il 26%) Qatar Investment Authority (QIA) potrebbe fare una nuova offerta per il gruppo britannico.

* SACYR perde oltre il 9%. Mutua Madrilena ha raccolto 50 milioni di euro vendendo il 4% del costruttore spagnolo a 4,10 euro ad azione, prezzo inferiore registrato dal titolo alla chiusura di ieri.

* INTERNATIONAL PERSONAL FINANCE cede il 4,8% dopo che JPMorgan Cazenove ha tagliato il suo rating.

* AQUARIUS PLATINUM scende di oltre il 5% dopo aver sospeso le attività nella miniera di Marikana in Sudafrica in seguito a un incidente che ha causato la morte di cinque operai.

* ROBERT WALTERS sale di oltre l‘11%, dopo aver annunciato che le entrate nella prima metà dell‘anno sono aumentate del 45% grazie alla buona performance in Asia.

* All‘interno di un comparto auto in rialzo, CONTINENTAL cede quasi il 4%. Bofa Merrill ha tagliato il rating a “neutral” da “buy”.

* BMW sale dell‘1,8% dopo che Brclays Capital ha alzato il target price, mantenendo il rating “overweight”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below