2 luglio 2010 / 07:01 / 7 anni fa

Borse Asia Pacifico contrastate in attesa dati Usa

HONG KONG (Reuters) - Le principali piazze dell‘area Asia-Pacifico sono contrastate per effetto del nervosismo che permea i mercati per i timori legati alla ripresa economica globale e in attesa dei dati sull‘occupazione Usa.

<p>Quotazioni alla Borsa di Sydney, foto d'archivio. REUTERS/Daniel Munoz</p>

“L‘economia Usa non sembra avere un aspetto tanto buono. Wall Street è volatile ed è difficile prevedere dei trend, ma sembra che inizi ad affacciarsi l‘Orso”, ha detto Koichi Ogawa, capo portfolio manager per Daiwa SB Investments.

L‘azionario mondiale ha archiviato un secondo trimestre molto deludente, mentre il rendimento del Treasuries a 10 anni è sceso sotto quota 3% per i crescenti timori di una recessione a doppio minimo. Il greggio dopo un calo di oltre il 3% si è stabilizzato sotto quota 73 dollari al barile, l‘euro invece è riuscito a recuperare toccando di nuovo quota 1,25 dollari.

Intorno alle 8,45 italiane, l‘indice MSCI delle Borse asiatiche, che esclude Tokyo, è piatto, mentre il Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,13%.

HONG KONG arretra e SHANGHAI guadagna qualcosa, con la liquidità prosciugata dall‘imminente Ipo da oltre 20 miliardi di dollari di AgBank.

TAIWAN avanza, rimbalzando dal suo minimo di tre settimane, grazie soprattutto ai finanziari su del 3,61%, con gli investitori che sperano siano i maggiori beneficiari nel lungo periodo dall‘accordo commerciale stipulato con la Cina. Poco mosso il settore dell‘elettronica invece, in rialzo di appena lo 0,58%, per i timori di un calo della domanda.

L‘indice coreano Kospi è in calo per la debolezza dei dati cinesi e Usa degli ultimi giorni, che hanno innescato vendite da parte di investitori stranieri e istituzionali.

SYDNEY, che pure dovrebbe festeggiare per l‘accordo raggiunto tra minerari e governo sulla tassa sui “super profitti”, sconta la pressione dei timori per la ripresa globale. Società come Rio Tinto e BHP Billiton sono piatte dopo essere balzate di oltre il 2%.

La borsa indiana è poco mossa, con gli investitori che evidenziano come a fronte di fondamentali buoni la piazza sconti l‘instabilità economica globale e le fluttuazioni dei cambi. Tra le migliori la società a controllo statale Oil and Natural Gas Corp, che avanza dell‘1,2% per la decisione del governo di alzare i prezzi della benzina e incrementare le esplorazioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below