1 luglio 2010 / 06:55 / 7 anni fa

Camera Usa approva riforma Wall Street, ma voto Senato slitta

WASHINGTON (Reuters) - La Camera dei Rappresentanti Usa ha approvato nella notte la riforma del sistema finanziario, mentre il Senato ha fatto slittare la votazione a metà luglio, allontanando la vittoria del presidente Barack Obama, che voleva firmare la legge per il 4 luglio, festa dell‘Indipendenza americana.

<p>Il presidente americano Barack Obama in foto d'archivio. REUTERS/Larry Downing</p>

Lo storico testo che ridisegna le regole di Wall Street e punta a prevenire crisi come quella del 2007-2009 che hanno segnato l‘economia globale è passato con 237 voti a favore contro 192 contrari, ma la morte del senatore Democratico Robert Byrd e lo scarso entusiasmo dei Repubblicani al Senato hanno portato al posticipo del voto finale.

“E’ stata una lunga lotta contro i difensori dello status quo a Wall Street, ma il voto di oggi è una vittoria per ogni americano che è stato toccato dalla sconsideratezza e dall‘irresponsabilità che hanno condotto alla perdita di milioni di posti di lavoro e miliardi di ricchezza”, ha dichiarato Obama.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below