25 giugno 2010 / 15:27 / 7 anni fa

Usa, ok commissione riforma Wall Street

WASHINGTON (Reuters) - La commissione congiunta Senato-Camera del Parlamento Usa ha approvato lo storico testo che riscrive i regolamenti finanziari degli Stati Uniti.

Il documento, al quale la commissione congiunta ha lavorato per tutta la notte, ora andrà ai due rami del Parlamento americano per essere approvato, con l‘obiettivo di una promulgazione da parte del presidente Barack Obama prima del 4 luglio.

Tra i punti critici che i democratici sono riusciti a risolvere intorno alla mezzanotte i duri, nuovi limiti all‘attività di negoziazione delle banche. Un compromesso è stato trovato anche sui derivati, in modo da proteggere asset bancari dei contribuenti da attività di trading a rischio che hanno portato alla crisi finanziaria del 2007-2009.

Dopo quindici ore di negoziazione, i democratici hanno concordato una versione modificata della cosiddetta “regola Volcker”, che vieterebbe la maggior parte degli scambi e attività di investimento da parte delle banche.

La norma darebbe ai regolatori poco spazio di manovra per rinunciare al divieto di trading, ma consentirebbe anche alle banche di investire fino al 3% del loro patrimonio Tier I.

La questione dei derivati è stato un punto più ostico. Il giro di vite mira a controllare un mercato dei derivati da 615.000 miliardi dollari, portando molta dell‘attività di negoziazione su piattaforme di contrattazione e stanze di compensazione.

Per evitare salvataggi dell‘ordine di grandezza di Aig o bancarotte dagli effetti disastrosi come Lehman Brothers, il documento chiede la creazione della cosiddetta “commissione della morte”, un nuovo meccanismo di governo per la “liquidazione regolata” delle finanziarie sull‘orlo del collasso, con le autorità che possono prenderne il controllo e liquidarle e coprire i costi con la vendita di asset.

Tra le disposizioni è prevista la creazione di una Authority, un‘unità indipendente all‘interno della Federal Reserve, con potere di regolamentazione sottoposto al controllo di altri regolatori, per vigilare sulla tutela dei consumatori in materia di mutui e carte di credito, dal quale però sono esclusi i venditori di auto.

L‘azione della Fed in caso di interventi di salvataggio sarà oggetto di revisione, che però non si estenderà alle sue decisioni di politica monetaria.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below