24 giugno 2010 / 06:57 / tra 7 anni

Borse Asia-Pacifico, indici stabili su tassa minerarie Australia

MILANO (Reuters) - Le principali piazze dell'area 
Asia-Pacifico si sono stabilizzate grazie alle aspettative di un 
compromesso del nuovo governo australiano sulla tassa sulle 
minerarie, e con il dollaro Usa che si è deprezzato dopo che la 
Federal Reserve ha detto ieri che la ripresa economica sta 
partendo con difficoltà.
"Non si tratta del sentiment degli investitori che è 
crollato drammaticamente, piuttosto i guadagni sembrano limitati 
e c'è incertezza sull'outlook sull'economia globale", ha detto 
Yutaka Miura, analista tecnico senior per Mizuho Securities.
Intorno alle 8,40 italiane, l'indice MSCI delle Borse 
asiatiche, che esclude Tokyo, sale dello 0,17%, 
mentre il Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,05%.
HONG KONG si tiene in un range di 117 punti, in 
attesa dell'Ipo di AgBank che, secondo una fonte, punta a 
raccogliere fino a 11,4 miliardi di dollari su questa piazza.
SHANGHAI si scontra con la resistenza psicologica in 
area 2.600, senza riuscire a violarla. I volumi restano bassi, 
mentre tra i titoli più attivi spiccano la finanziarie Bank of 
Communications su del 2,4%.
TAIWAN è in attesa delle decisioni della sua banca 
centrale che oggi dovrebbe lasciare i tassi invariati all'1,25%. 
Le due produttrici di computer ed elettronica Asustek 
e la sua spin off Pegatron balzano del 7%.
A SEOUL Ssangyong Motor avanza di oltre 
l'8% dopo che l'Ad di Renault-Nissan Carlos 
Ghosn ha detto che l'interesse in un'alleanza tra le due risiede 
nella capacità dell'impianto della società coreana.
La piazza AUSTRALIANA dopo essere balzata con la 
nomina del nuovo primo ministro Julia Gillard, si è 
riposizionata su valori modesti con il rimergere dell'incertezza 
sulla tassa mineraria proposta dal precedente premier. Rio Tinto e Bhp Billiton, in rialzo dell'1,5%, sono 
state premiate dalle aperture di Gillard sulla questione.
La borsa INDIANA avanza con moderazione grazie 
all'aumento dei prezzi dei metalli e delle relative società. 
Reliance Industries, Tata Steel e Sterlite 
Industries salgono tutte tra lo 0,4% e l'1,4%.
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

<p>Un uomo in una banca di Taipei controlla l'andamento delle Borse. REUTERS/Pichi Chuang (TAIWAN)</p>
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below