23 giugno 2010 / 07:24 / 7 anni fa

Borse Asia-Pacifico, indici in calo per dato case Usa

<p>Il floor della Borsa di Hong Kong. REUTERS/Victor Fraile (CHINA)</p>

MILANO (Reuters) - Sessione in rosso per le 
principali piazze dell'area Asia-Pacifico, che arretrano sui 
rinnovati timori di una fragile ripresa economica mondiale, dopo 
che ieri i dati sulla vendita di case esistenti Usa sono 
risultati peggiori delle attese, e sul definitivo sgonfiarsi 
dell'euforia per l'annuncio di Pechino di una maggiore 
flessibilità della valuta cinese.
"A questo punto non penso che ci sarà un doppio minimo, ma 
questa lenta crescita proseguirà, incontrando piccoli intoppi 
nel suo percorso", ha detto Lorraine Tan, direttrice della 
ricerca sull'azionario asiatico per S&P a Singapore.
Intorno alle 8,50 italiane, l'indice MSCI delle Borse 
asiatiche, che esclude Tokyo, cede l'1,26%, 
mentre il Nikkei ha chiuso in calo dell'1,87%.
A HONG KONG e SHANGHAI, tra volumi bassi e 
investitori laterali, l'attenzione resta concentrata sull'Ipo di 
Agbank, con un quotidiano locale che, citando una fonte della 
società, ha scritto che il prezzo per azione della quotazione 
nell'ex colonia britannica non sarà inferiore ai 2,80 dollari di 
HK per azione (pari a 0,29 euro).
TAIWAN sconta l'andamento delle società Usa 
specializzate in chip, con le due produttrici Tsmc e 
Umc in flessione dello 0,8% e dell'1%. Tuttavia ha 
fatto da supporto la speranza della crescita in seguito a un 
accordo commerciale con la Cina che dovrebbe essere firmato tra 
due settimane.
Tra le società dell'indice coreano Kospi, soffrono 
in particolare le esportatrici. La casa automobilistica Hyundai 
Motor cede il 3% e Samsung Electronics 
l'1,3%.
A SYDNEY l'effetto del dato case Usa si fa sentire 
sul settore finanziario, con alcuni investitori stranieri che 
hanno preferito svendere titoli del settore per il timore che le 
banche che dominano il mercato nazionale dei prestiti soffrano 
per la bolla immobiliare. Westpac Bank e Commonwealth 
Bank of Australia cedono circa il 3,3%.
La borsa indiana vede le minerarie arretrare, con 
il futures sul rame in ribasso. Sterlite Industries cede l'1,9%, Hindalco l'1% e Tata Steel lo 0,5%.
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below