23 giugno 2010 / 06:59 / 7 anni fa

Borse Europa, indici in rosso, pesano timori crescita economica

LONDRA (Reuters) - Le piazze europee sono in calo 
per la seconda sessione consecutiva, scontando l'andamento 
negativo delle borse statunitensi e asiatiche dopo il dato 
inferiore alle attese della vendita di case esistenti negli Usa 
che ha innescato nuovamente timori di una ripresa economica 
fragile.
"Questa è un'area molto sensibile perché non bisogna 
dimenticare che l'intera crisi finanziaria è partita dal mercato 
immobiliare Usa e l'ultima cosa alla quale si vuole assistere è 
un ritorno di debolezza in questo settore", ha detto Mike 
Lenhoff, capo strategist per Brewin Dolphin.
Tra i titoli più colpiti, i minerari, scontano i 
prezzi volatili delle materie prime, mentre Morgan Stanley ha 
rivisto i target price dell'intero settore europeo. Male anche 
banche e assicuratrici in calo rispettivamente 
del e del.
Intorno alle 9,50 l'indice europeo FTSEurofirst 300 
perde lo 0,98%. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico cala dello 0,75%, il Dax tedesco dello 0,81% e 
il Cac 40 francese dello 0,97%.
Tra i titoli in evidenza:
* Tra le minerarie, segnano le perfomance peggiori XSTRATA, RIO TINTO, ARCELORMITTAL, KAZAKHMYS e VEDANTA in calo tra il 2% e il 3%. BP 
sale di quasi l'1%
* Il colosso dell'aeronautica EADS sale dell'1,7%, 
in controtendenza rispetto al Cac francese, con la società che 
ha annunciato di puntare a quasi un raddoppio della capacità di 
produzione nello stabilimento cinese di Tianjin, producendo 48 
apparecchi A320.
* LUFTHANSA segna un rialzo dell'1,2% dopo che 
Citi ha alzato il target price a 19 euro da 15,20, specificando 
che le previsioni sugli utili sono sostanzialmente invariate 
anche a fronte dei 200 milioni di perdite per l'eruzione del 
vulcano islandese, con una buona attività sul cargo e sul lungo 
raggio.
* CABLE & COMMUNICATIONS WORLDWIDE avanza dell'1%, 
dopo che Credit Suisse ha iniziato la copertura del titolo con 
un rating "outperform" e 120 pence come target price, 
specificando di aspettarsi nei prossimi anni dalla società utili
solidi e una crescita dei flussi di cassa.
* Il gruppo di costruzioni olandese ORANJEWOUD 
arretra dell'1,5%, dopo che Ing ha detto che le trattative della 
società per acquisire la società di costruzioni Strukton 
potrebbe innescare una controreazione da parte delle concorrenti 
BALLAST NEDAM e HEIJMANS, rispettivamente 
segnano +0,8% e -1,5%.
* SOLARWORLD cede l'1% dopo che Equinet ha 
tagliato il rating della società a "hold" da "accumulate". Per 
la prima produttrice tedesca di pannelli solari in termini di 
ricavi, a fronte di un solido 2010, è atteso un 2011 di 
incertezze.
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

<p>Trader al lavoro. REUTERS/Alex Grimm</p>
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below