21 giugno 2010 / 09:52 / 7 anni fa

Greggio Usa sfiora 79 dollari grazie a impegno Cina su yuan

LONDRA (Reuters) - Il petrolio mostra quotazioni in rialzo di oltre un punto percentuale negli scambi europei, sostenuto dall‘impegno della Cina, annunciato sabato, di rendere più flessibile il cambio dello yuan, alimentando così le attese di maggiori importazioni. La Cina è il secondo maggiore importatore di greggio, con un consumo di circa il 10% del petrolio mondiale.

“Veramente nel breve termine questo sta aiutando il sentiment sul mercato petrolifero e potrebbe indicare un percorso sostenibile di crescita economica per la Cina”, commenta Amrita Sen, analista di Barclays Capital.

Intorno alle 11,30, il greggio Usa, contratto luglio, sale di 1,43 dollari a 78,61, in rialzo dell‘1,84%, dopo aver toccato in mattinata 78,87 dollari, il massimo dal 6 maggio scorso.

Il derivato sul Brent, scadenza agosto, quota 79,55 dollari, in rialzo di 1,30 dollari.

Il greggio Usa ha recuperato circa il 21% dal minimo di 65 dollari di un mese fa, ma è ancora di 9 dollari al di sotto dei massimi 2010. “Abbiamo rotto al rialzo il range a circa 75 dollari, ora ci attendiamo che i prezzi salgano sopra gli 80 dollari”, aggiunge Sen.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below