18 giugno 2010 / 14:39 / tra 7 anni

South Stream, Eni e Gazprom siglano accordo su ingresso di Edf

<p>Una conduttura vicino a una raffineria in Serbia. REUTERS/Ivan Milutinovic</p>

MILANO (Reuters) - Eni e Gazprom hanno oggi sottoscritto un memorandum of understanding che consentirà l‘ingresso dei francesi nella società South Stream: il gasdotto che porterà il gas russo in Europa via Mar Nero e Balcani, evitando l‘Ucraina.

E’ quanto si legge in un comunicato della società italiana che conferma quanto già annunciato dai vertici dei due gruppi di recente.

“La società francese acquisirà una partecipazione nella joint-venture italo-russa”, sottolinea la nota senza specificare la percentuale che sarà ceduta a Edf.

Lo scorso 27 aprile a Kiev il primo ministro russo, Vladimir Putin, disse che Edf sarebbe entrata nella jv con una quota del 20% e che Eni e Gazprom cederanno il 10% ciascuno.

L‘accordo è stato raggiunto oggi a San Pietroburgo in occasione dell‘International Economic Forum e sarà ratificato domani nel summit tra il presidente della Federazione Russa Dimitri Medvedev e quello francese, Nicolas Sarkozy.

Nell‘accordo si confermano, inoltre, gli accordi sui volumi di gas che Gazprom fornirà a Eni attraverso il gasdotto South Stream e che l‘azienda italiana venderà sui mercati europei.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below