18 giugno 2010 / 14:39 / tra 7 anni

Draghi: un bene per Italia pubblicare stress test banche

di Giselda Vagnoni

ROMA (Reuters) - L‘Italia ha un sistema finanziario in buone condizioni e ha tutto da guadagnare con la pubblicazione dei risultati degli stress test condotti sulle principali banche europee per valutarne la salute finanziaria e ristabilire la fiducia degli investitori.

Lo ha detto il governatore della Banca d‘Italia Mario Draghi dopo che ieri sera i leader europei hanno deciso di rendere pubblici entro luglio i dettagli delle prove simulate su ciascuno dei primi 25 istituti di credito dell‘area.

Il vice di Draghi in Bankitalia, Fabrizio Saccomanni, ha detto che la pubblicazione dei risultati “è imminente”.

“Sono felice che in Europa si affermi l‘idea di pubblicare gli stress test”, ha commentato Draghi aprendo il seminario sulla competitività delle imprese europee in via Nazionale.

“E’ una procedura che ho sostenuto fin dall‘inizio e che eseguiremo anche in Italia. Noi abbiamo tutto da guadagnare perchè i Paesi con una buona struttura finanziaria hanno tutto da perdere da un contagio”, ha detto ancora il governatore discostandosi per un attimo dal testo scritto.

A margine del convegno in Bankitalia, Alessandro Profumo, amministratore delegato di Unicredit, terza banca europea per capitalizzazione, ha detto di condividere la posizione del governatore: “Penso che per i Paesi con banche forti [la pubblicazione dei test] sia assolutamente una buona cosa. Lo è per tutti ma, certamente, per l‘Italia”.

SACCOMANNI: PUBBLICAZIONE IMMINENTE

Sui tempi di questa operazione di trasparenza tesa a rassicurare i mercati sulle condizioni finanziarie delle banche, il direttore generale di via Nazionale, Fabrizio Saccomanni, ha detto che la pubblicazione degli stress test sulle banche europee “è imminente” e avverrà “non appena completati gli ultimi dettagli”.

Da Firenze, il presidente della commissione europea Jose Manuel Barroso ha detto che in una seconda fase i test potrebbero essere allargati a tutto il sistema finanziario.

Draghi, che presiede il Financial stability board - organismo a cui il G20 ha dato il compito di proporre le nuove regole del sistema finanziario dopo la crisi partita dai sub prime americani - ha spiegato che la mancanza di trasparenza “è una delle principali ragioni di incertezza in Europa al momento ed è uno dei motivi per cui gli investitori stranieri stanno ritirando i loro soldi”.

“Le banche devono essere trasparenti verso i loro clienti che vogliono sapere esattamente il modo in cui le banche impiegano i soldi. Questo è il motivo per cui gli stress test sono diventati così importanti”, ha detto ancora Draghi.

Parlando della situazione economica europea, il governatore ha detto che l‘Europa “ha bisogno certamente di rafforzare le regole di bilancio ma soprattutto ha bisogno di fare passi avanti sulle riforme strutturali per incrementare la crescita potenziale”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below