17 giugno 2010 / 07:29 / 7 anni fa

Ue, Frattini: Italia non ha bisogno di tassare banche

ROMA (Reuters) - L‘Italia non ha bisogno di imporre un contributo di solidarietà alle banche come misura cautelare contro future crisi perché il sistema è stabile.

<p>Franco Frattini, ministro degli Esteri italiano, in foto d'archivio. REUTERS/Alberto Lowe</p>

Lo ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini a poche ore dal Consiglio Ue che discuterà, fra l‘altro, l‘ipotesi di una tassazione sugli istituti di credito europei.

“L‘Italia non ha bisogno di tassare le banche perché le nostre banche hanno dimostrato di non essere state delle sanguisughe, non ci sono state delle ricapitalizzazioni e non ci sono stati dei fallimenti”, ha detto Frattini a margine di una audizione parlamentare sul Consiglio Ue di oggi a Bruxelles.

Il ministro ha detto che il discorso per una tassazione concertata sugli istituti di credito “non è ancora molto maturo. C’è stata una prima proposta della task force del [presidente Ue Herman] Van Rompuy ma su questo ci sono delle voci ancora molto discordanti”.

Frattini, che ieri è stato in Ungheria, ha detto che il governo di Budapest “sta realizzando questa misura ma non è chiaro se avverrà sui capitali o sui profitti delle banche. Questo dimostra che ci vuole un quadro europeo perché non è possibile che ogni paese faccia una sua misura di tassazione”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below