10 giugno 2010 / 07:34 / tra 8 anni

BP cede 11% in prime battute, minimo da aprile 1997

LONDRA (Reuters) - Il titolo di British Petroleum arriva a perdere oltre l‘11% nei primi scambi dopo l‘apertura delle piazze europee, arrivando a toccare il suo minimo dall‘aprile 1997.

<p>Il logo di British Petroleum. REUTERS/Toby Melville (BRITAIN - Tags: BUSINESS ENVIRONMENT)</p>

Intorno alle 9,20 il titolo recupera qualcosa e cede l‘8,4% a 358,7 pence.

Il Cds a 5 anni sulla società è balzato di 140 punti base a 520 punti, per un ampliamento complessivo negli ultimi due giorni di 250 punti riferisce un trader. In base a dati Markit il 31 maggio il Cds a 5 anni era a quota 101,79 punti base.

Il costo dello sforzo per gestire la fuoriuscita a oggi per la società è di 1,43 miliardi di dollari, ha detto Bp stamane, specificando di avere la flessibilità finanziaria per pagare le conseguenze dell‘incidente e di non era a conoscenza di alcuna motivazione per il collasso del titolo.

La compagnia petrolifera sconta le paure e i costi causati dalla fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico, con l‘amministrazione del presidente Barack Obama che ha minacciato altre sanzioni. Oggi sono in programma diverse udienze sul disastro al Congresso Usa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below