June 10, 2010 / 7:24 AM / 8 years ago

Cina, lavoratori chiedono migliori condizioni, crescono scioperi

HONG KONG (Reuters) - Gli scioperi e le contestazioni iniziate nelle aziende straniere nei pressi del delta del fiume delle Perle sembrano destinati a estendersi anche ad aree più povere e isolate della Cina, dando ulteriore forza al movimento dei lavoratori che chiede un adeguamento automatico dei salari rispetto alla crescita economica della nazione.

Operai lavorano alla catena di montaggio in un'azienda a Suzhou. REUTERS/Aly Song (CHINA - Tags: BUSINESS EMPLOYMENT)

L’aumento incontrollato degli scioperi è fonte di preoccupazione per il Partito comunista cinese, che ha a lungo scoraggiato azioni indipendenti punendo le proteste dei lavoratori.

Mentre Pechino ha promesso migliori salari per tutti, i funzionari locali cercano spesso di attrarre gli investitori offrendo lavoro a basso costo e a condizioni favorevoli.

Dopo le recenti contestazioni nelle fabbriche di Honda e del produttore di iPhone Foxconn, sono stati riportati anche scioperi in una fabbrica di articoli sportivi nella provincia dello Jiangxi e in un’azienda produttrice di macchine per cucire, entrambe lontane dalle regioni più ricche della Repubblica Popolare.

— Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below