7 giugno 2010 / 15:26 / tra 8 anni

Eni aggiornerà politica pozzi dopo fuoriuscita Golfo Messico

MILANO (Reuters) - Alla luce del disastro ambientale nel golfo del Messico, a causa della fuoriuscita di greggio da un pozzo di BP, Eni aggiornerà la propria politica sui pozzi petroliferi offshore.

A dirlo è Claudio Descalzi, nel corso dell‘Upstream seminar in corso a Londra.

“Premesso che Eni non si trova nella stessa situazione di quella nel Golfo del Messico perché siamo esposti soprattutto su asset convenzionali, alla luce di quello che sta succedendo, noi aumenteremo e aggiorneremo la nostra politica sui pozzi”, ha detto il manager. Che ha aggiunto: “Incrementeremo il nostro controllo diretto sulle operazioni e non ci sarà un incremento dei costi”.

Descalzi ha poi sottolineato, riguardo al progetto del Kashagan in Kazakistan, la più grande scoperta petrolifera degli ultimi 30 anni, che “il prezzo del petrolio a break even nel progetto è intorno a 50/55 dollari al barile”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below