7 giugno 2010 / 10:15 / tra 7 anni

Greggio in calo poco sopra 71 dlr su timori ripresa Usa,Ungheria

LONDRA (Reuters) - Il greggio è in flessione poco sopra i 71 dollari al barile, dopo essere sceso brevemente sotto quota 70, scontando i timori che si stanno addensando sull‘outlook della domanda energetica legati a segnali sul fronte Usa di un possibile rallentamento della ripresa economica e al debito dell‘Ungheria.

“Ci sono ancora timori che permangono per i problemi debitori europei e anche, ovviamente, per le deboli cifre di venerdì sugli occupati Usa che hanno contribuito al clima tetro”, ha detto Toby Hassall, capo analista materie prime per CWA Global Markets a Sydney.

“In più il rafforzamento del dollaro Usa sta facendo aumentare la pressione. C’è una molteplicità di influenze negative là fuori che ora stanno facendo pressione sui prezzi del greggio”, ha aggiunto.

Alle 12,05 italiane, il contratto sulle consegne a luglio di greggio leggero Usa cede lo 0,45% a 71,19 dollari il barile, mentre il Brent avanza dello 0,18% a 72,22 dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below