3 giugno 2010 / 12:43 / tra 8 anni

Unipol-Bnl, Cardia: dichiarazioni Consorte "farneticanti"

MILANO (Reuters) - Il presidente della Consob Lamberto Cardia, nel corso della deposizione al processo per la tentata scalata di Unipol a Bnl, ha definito oggi “farneticanti ” le dichiarazioni dell‘ex presidente della compagnia assicurativa Giovanni Consorte in merito al contenuto di un loro incontro.

Cardia, parlando di un incontro con Consorte e l‘ex vice presidente di Unipol Ivano Sacchetti il 4 luglio del 2005, ha detto ai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Milano che i due furono congedati in breve tempo, e che non si parlò di temi relativi alla scalata.

“Consorte mi telefonò e in modo pressante mi disse di avere urgenza di vedermi per una questione delicata. Così ho accettato di riceverlo per un incontro personale nel mio ufficio. Lui si presentò con Sacchetti... Lui lamentò di non essere ricevuto dalla Commissione, con la quale voleva affrontare argomenti a tutela di Unipol, per non sbagliare linea da seguire. Ma io non gli consentiii di entrare nel merito. Il colloquio fu sgradevole”, ha raccontato Cardia.

Consorte fu poi ricevuto dalla Commissione della Consob l‘8 luglio, ma di quell‘incontro Cardia ha detto di non ricordare molto. “A me interessava solo che la riunione avvenisse, visto che Consorte se ne lamentava. E poi sono passati cinque anni, non posso ricordare”, ha detto oggi in aula.

Quando l‘accusa gli ha letto l‘intercettazione del 9 luglio 2005 tra Consorte e Pierluigi Stefanini, in cui il primo fa riferimento ad un colloquio avuto il giorno precedente con Cardia -- che in quell‘occasione lo avrebbe rassicurato dicendogli che “con i poteri che ho, gli blocco tutte le proprietà (ai contropattisti)” --, il presidente della Consob ha negato: “Lo escludo in modo totale, non l‘ho neanche incontrato e poi io non mi apparto in nessun modo e sono anche molto cauto nell‘incontrare le persone”.

Contattato al telefono dal suo legale, l‘avvocato Giovanni Maria Dedola, Consorte ha confermato la sua versione.

Per la tentata scalata Unipol-Bpl nel settembre del 2009 sono state rinviate a giudizio 28 persone, tra cui lo stesso Consorte e l‘ex governatore della Banca d‘Italia Antonio Fazio.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below