27 maggio 2010 / 12:30 / tra 8 anni

Manovra, Economist: in Italia da allegro diniego ad allarmismo

ROMA (Reuters) - “Dall‘allegro diniego allo smaccato allarmismo nello spazio di pochi giorni”.

<p>Il presidente Giorgio Napolitano in foto d'archivio. REUTERS/Yves Herman</p>

E’ la valutazione che l‘Economist dà della manovra italiana sui conti pubblici 2011-12 varata in questi giorni dal governo.

Il settimanale britannico appare scettico su alcune misure come “una rinnovata guerra agli evasori, l‘ennesima amnistia fiscale” e nota come piuttosto che il bilancio “equo” auspicato dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il governo “ne ha prodotto uno per i propri elettori”.

Secondo l‘Economist l‘esecutivo italiano ha “di nuovo perso l‘occasione di utilizzare il processo budgetario per incrementare gli incentivi, promuovere una maggiore concorrenza e aumentare la produttività”, cosa che “avrebbe comportato sfidare i ‘radicati interessi economici’ che danno a Berlusconi larga parte del suo sostegno”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below