26 maggio 2010 / 11:24 / 7 anni fa

Decreto energia, per Commissione Ue non è aiuto di stato

BRUXELLES/MILANO (Reuters) - Il decreto italiano sulla compensazione alle società che si sono dette d‘accordo nel vedersi interrotta la fornitura di corrente elettrica quando la rete è sovraccarica non dovrebbe essere considerato aiuto di stato.

Lo ha detto la Commissione europea, spiegando che il programma triennale in Sardegna e Sicilia -- il cosiddetto decreto energia per le isole maggiori -- è necessario per assicurare una fornitura di corrente continua alle due isole, fino a che non vengano risolti i problemi strutturali di rete.

Il decreto, approvato in via definitiva a marzo, prevede la possibilità di nominare commissari responsabili delle infrastrutture e dà la possibilità di interrompere l‘erogazione ad alcune imprese convenzionate che in cambio ottengono scontri sull‘approvvigionamento.

“Il programma non prevede aiuti di stato in vista di queste speficità e perché la remunerazione del servizio è stabilita da un‘offerta pubblica”, spiega il commissario Ue alla Concorrenza Joaquin Almunia in una nota.

Il decreto si è inserito nella crisi dei mesi scorsi dell‘impianto della multinazionale Alcoa di Portovesme, in Sardegna, che aveva minacciato di chiudere la produzione in difficoltà -- con conseguente licenziamento degli operai -- a causa degli alti costi e della limitata erogazione di elettricità.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci, che in una nota ha ricordato che la norma “ha carattere generale e offre nuove opportunità non solo all‘Alcoa, ma anche agli altri operatori che volessero investire nell‘isola”.

“Il passaggio di oggi premia la tenacia dei lavoratori, che non hanno perso la speranza anche quando era più difficile credere in un esito positivo della vertenza” con Alcoa, ha aggiunto, sottolineando come “la politica del dialogo e della cooperazione tra istituzioni, sindacati e forze sociali produca buoni frutti”.

Nei giorni scorsi Alcoa ha presentato un nuovo piano industriale che prevede investimenti triennali per 94,5 milioni di euro e nessun esubero.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below