16 maggio 2010 / 08:46 / tra 8 anni

Manovra, Calderoli a stampa: incomincino a pagare le "cicale"

ROMA (Reuters) - Le “cicale” devono incominciare a pagare. Lo ha detto il ministro leghista per la Semplificazione Roberto Calderoli in un‘intervista, a proposito della manovra sui conti pubblici.

<p>Il ministro Roberto Calderoli. REUTERS/ Dario Pignatelli</p>

“Non si può chiedere sempre agli stessi. Bisogna che cominci a pagare chi non ha mai dato o chi ha preso troppo. Le cicale, anzi le cicalone”, ha detto Calderoli nell‘intervista pubblicata oggi dal quotidiano La Stampa.

Calderoli - che ha detto che la manovra sarà “equa” - ha spiegato di riferirsi a “i capoccioni vari, manager pubblici, presidenti delle authority... Gente che prende il doppio del presidente del Consiglio. Nessuno li ha mai messi nel mirino”.

“Poi una valutazione bisognerà pur farla anche rispetto al Parlamento”, ha proseguito il ministro riferendosi non solo ai parlamentari ma anche al personale: “Bisogna fare dei ragionamenti anche con loro. Perché altrimenti tocca infilare le mani nelle tasche dei cittadini”.

Il ministro ha annunciato una stretta anche sulle Regioni a statuto speciale: “Già abbiamo tagliato le risorse al Trentino Alto Adige. Adesso stiamo materialmente scrivendo gli articoli dell‘accordo per la Valle d‘Aosta. Verrà il turno del Friuli, arriveremo alla Sardegna e alla Sicilia. Il che mi fa temere per la mia vita...”.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below