13 maggio 2010 / 07:26 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude in rosso, corre Campari, male Fonsai, banche

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in calo una seduta piuttosto volatile, che dopo una prima parte incerta ha visto gli indici imboccare la via del ribasso con più decisione nel pomeriggio, scendendo sotto il -1,5% prima di un parziale recupero.

<p>Un uomo fuori dalla Borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini ( ITALY )</p>

Milano si avvia così su una strada diversa dalle altre piazze europee, dove Parigi chiude in sostanziale parità mentre Londra e Francoforte segnano rialzi nell‘ordine del punto percentuale.

“Una giornata ancora volatile, di spunti individuali e reazioni a volte esagerate”, osserva un trader. “Dimostra che non siamo ancora fuori dalle nebbie dell‘incertezza”.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso a -0,72%, l‘AllShare cede lo 0,66% e il MidCap lo 0,75%. Volumi per 4,3 miliardi di euro.

* Protagonista positivo della giornata è CAMPARI, che chiude con un robusto +4,71% grazie all‘impennata registrata dopo l‘annuncio dei risultati. La società ha visto un utile ante-imposte nel trimestre in crescita del 12,7% dal 2009.

* Diametralmente opposto l‘andamento di FONDIARIA-SAI, che finisce a -5,12% accusando, oltre alla perdita del trimestre, la previsione di un 2010 difficile e di una riorganizzazione da realizzare nei prossimi mesi.

* Cali diffusi per le banche. INTESA SANPAOLO, debole fin dalle prime battute, peggiora dopo la notizia, riferita a Reuters da fonti vicine all‘operazione, che l‘Ipo Fideuram sembra destinata a slittare a dopo l‘estate. Un portavoce della banca ha detto che le operazioni per l‘ipo procedono regolarmente. Il titolo chiude a -3,47%.

Sfiora il -3% UBI, cali tra l‘1,5 e il 2% per le popolari e MEDIOBANCA mentre resiste a -0,16% UNICREDIT, che in mattinata aveva segnato rialzi vicini ai due punti percentuali. L‘indice di settore cede lo 0,8%.

* Chiude bene a +2,17% MEDIOLANUM, ma in deciso ripiego dai massimi di giornata. La sostengono i risultati, che un report di oggi indicava ben sopra le previsioni di consensus.

* Positiva FIAT a +0,69%, ma distante dallo Stoxx di settore che sale di quasi due punti percentuali. Continua a pesare la performance debole di aprile in Italia, in cui Fiat ha perso più del mercato.

* UNIPOL è in rialzo dell‘1,1% sull‘ottimismo in vista dell‘annuncio del piano industriale 2010-12.

* Rialzi superiori al punto percentuale anche per TENARIS e STM, recupera A2A dopo il calo pesante di ieri.

* Fuori dal paniere principale, fiora il +10% MARCOLIN, salgono tra il 6 e il 7% GRUPPO MINERALI e BIALETTI INDUSTRIE.

* I cattivi risultati, con utile e ricavi in calo, trascinano AEFFE a -6,12%, cade sulla trimestrale anche MILANO ASSICURAZIONI, a -4,48%. La monetizzazione del rally di ieri costa invece a TISCALI un crollo a -6,67%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below