12 maggio 2010 / 10:24 / tra 8 anni

Greggio rallenta verso quota 76 dollari dopo revisione stime

LONDRA (Reuters) - Quotazioni petrolifere in discesa verso area 76 dollari il barile, dopo che l‘Agenzia internazionale dell‘energia (Aie) ha tagliato le sue previsioni sulla domanda globale di greggio nel 2010. Nel frattempo gli operatori attendono il dato sulle scorte americane settimanali, previste in aumento.

<p>Immagine d'archivio di un campione di greggio. REUTERS/Miraflores Palace/Handout (VENEZUELA)</p>

Secondo il report mensile dell‘Aie quest‘anno la domanda globale di petrolio crescerà mediamente di 1,62 milioni di barili giornalieri, 50.000 in meno rispetto alle previsioni precedenti.

”Abbiamo visto un cambiamento dell‘umore generale, che mi sembra ribassista“ commenta l‘analista di Commerzbank Carsten Fritsch. ”Le questioni principali sono legate alla stabilità di eurozona e alla possibilità che queste previsioni piuttosto ottimistiche siano realizzabili in questo nuovo contesto di incertezza.

Alle 12,00 italiane il future Nymex tratta a 76,30 dollari il barile (-0,07), in lieve recupero dal minimo della mattinata a 76,15 dollari. Il Brent risale di 55 centesimi a 81,04 dollari il barile.

La mattinata positiva delle Borse europee ha ridato parziale sostegno alle quotazioni petrolifere nelle ultime ore.

Nel pomeriggio è atteso il dato settimanale sulle scorte Usa che, secondo le previsioni, dovrebbero mostrare un incremento dell‘offerta di 1,3 milioni di barili.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below