12 maggio 2010 / 07:23 / 8 anni fa

Borsa Milano intorno a parità, Unicredito cancella rialzo

MILANO (Reuters) - Piazza Affari è poco mossa a metà seduta dopo un andamento volatile, in un mercato cauto sulle prospettive di medio periodo, a causa dei timori legati al debito dell‘area euro.

<p>La borsa di Milano REUTERS/Stefano Rellandini</p>

Secondo un trader, dopo l‘euforia di inizio settimana sul pacchetto di aiuti per la Grecia, varato da Unione europea e Fondo Monetario, prevale la cautela e la consapevolezza che per valutare l‘impatto degli interventi sarà necessario altro tempo.

Un altro ritiene invece che la borsa sia pronta a partire.

“Tutti sono negativi”, dice. “Ma la verità è che ci troviamo sui minimi dei prossimi tre anni. Da qui in avanti si apre una fase positiva che durerà a lungo. E, come succede sempre, parte tra lo scetticismo generale”.

Alle 12,45 l‘indice FTSE Mib sale dellO 0,03%, l‘AllShare perde lo 0,05%.

Scambi a oltre 3 miliardi di euro.

* UNICREDIT stabile (lo Stoxx di settore sale dello 0,1%) dopo una partenza incerta e un rialzo fino al 3% circa. I dati sono giudicati superiori alle attese. La banca ha detto che valuterà tutte le opzioni strategiche per la valorizzazione della controllata nell‘asset management Pioneer.

* AUTOGRILL resta sostenuta (+5,6%) dopo i dati. Secondo un trader, un broker italiano ha ritoccato il prezzo obiettivo e vede spazi di apprezzamento di oltre il 20% circa. Nei dati ha sorpreso positivamente l‘aumento del debito di soli 30 milioni e la redditività.

* FIAT perde terreno (-1,4%) in un mercato che ancora ragiona sui dati deboli delle immatricolazioni di aprile e trascina con sè EXOR (-0,4%). La holding, in calo, ignora la notizia di un prossimo ingresso nel cda della società di Sergio Marchionne.

* Opinioni positive da parte degli analisti anche su MEDIASET, che sale di oltre il 2% dopo i risultati del trimestre e le anticipazioni sull‘andamento futuro. Barclays ribadisce il giudizio “overweight” e alza il prezzo obiettivo a 7 euro. Mediaset è una delle società del settore preferite e tratta a sconto rispetto ai concorrenti, dice Barclays. Un broker italiano alza leggermente le stime e parla di un miglioramento delle previsioni 2010 sulla raccolta pubblicitaria.

* Revisioni al rialzo per MONDADORI, sotto massimi a +0,2%, in termini di Ebitda dopo i dati.

* LOTTOMATICA perde invece terreno (-1,6%) dopo i numeri dei tre mesi, con gli analisti che rivedono al ribasso i target. Un trader dice che alcuni elementi negativi in termini di tax rate e di maggiori ammortamenti hanno portato a una riduzione delle stime di utile.

* TELECOM ITALIA + 0,5% (con Stoxx di settore +0,8%), dopo il buon andamento di ieri sull‘offerta di Telefonica sulla brasiliana Vivo, che ha spinto le azioni di Vivo a salire di oltre il 30%. Secondo un dealer, il mercato ha cominciato a pensare alla valutazione della controllata brasiliana di Telecom Italia Tim Brasil, alla luce dell‘offerta, e a ragionare sulle conseguenze sui prezzi di Telecom.

FT nei giorni scorsi aveva anticipato un‘iniziativa di Telefonica per rafforzare la sua posizione in Brasile. Se l‘operazione non andasse a buon fine, aveva scritto, il gruppo spagnolo potrebbe tentare di acquistare il controllo di Telecom Italia. In questo caso, secondo quanto affermato da alcune fonti nelle scorse settimane, sarebbe costretta a scegliere tra Vivo e Tim Brasil e deciderebbe per la seconda.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below