11 maggio 2010 / 10:33 / tra 8 anni

Greggio Usa sotto 76 dollari, su esaurimento euforia per aiuti

LONDRA (Reuters) - Il greggio Usa è sceso sotto i 76 dollari al barile, sull‘esaurirsi dell‘euforia per il pacchetto di aiuti per la zona euro e sul riemergere dei dubbi sulla ripresa economica europea e sulla domanda di petrolio.

<p>Trader alla Borsa di Londra, foto d'archivio. REUTERS/Luke MacGregor</p>

Il dollaro si è rafforzato rispetto al paniere delle principali valute, contribuendo al rialzo dei prezzi del greggio, mentre i mercati azionari sono in calo.

Intorno alle 12,15, sulla piazza newyorkese, il futures con scadenza a giugno cede circa un dollaro, a 75,8 dollari a barile. Il Brent con la stessa scadenza perde 72 cent, a 79,40 dollari.

“L‘euro ha registrato un forte rialzo e ora scende, sull‘esaurirsi del sollievo iniziale” spiega Stefan Graber, analista di Credit Suisse. “Se la fiducia sarà recuperata del tutto dipende dalla realizzazione di questo programma. Non credo siamo ancora fuori dai guai” aggiunge.

Ieri il greggio Usa è salito di 3,4 dollari, prima di ridurre i guadagni a 1,69 dollari, a 76,80 dollari a barile.

Altri fattori che stanno influenzando le quotazioni del greggio sono l‘inflazione cinese ai massimi da 18 mesi ad aprile, che fa temere una stretta monetaria, e l‘attesa per i dati sulle scorta Usa, previsti oggi (quelli Api) e domani (quelli dell‘Eia) e che secondo le stime dovrebbero mostrare un aumento.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below