11 maggio 2010 / 06:37 / 7 anni fa

Italia, Fmi: uscita da recessione più lenta di altri paesi euro

<p>Il logo dell'Fmi. REUTERS/Bogdan Cristel (ROMANIA BUSINESS POLITICS)</p>

MILANO (Reuters) - L‘uscita dell‘Italia dalla recessione sarà probabilmente più lenta rispetto ad altri paesi appartenenti all‘Unione monetaria, scrive il Fondo monetario internazionale nel suo rapporto di maggio sull‘outlook economico europeo per il 2010, evidenziando la disparità nei ritmi di crescita delle economie della zona euro in fase di uscita dalla crisi globale.

Il Fondo, che lo scorso mese aveva comunicato una previsione di crescita per l‘Italia dello 0,8% quest‘anno e dell‘1,2% il prossimo, sottolinea come il rallentamento della crescita registrato dal paese fin dal momento dell‘ingresso nella moneta unica sia un sintomo della scarsa competitività della nostra economia.

Per quest‘anno, si legge nel documento, in Italia l‘organismo internazionale prevede un‘inflazione dell‘1,4% e un deficit di bilancio pari al 5,2% del pil. Il deficit della bilancia commerciale dovrebbe invece attestarsi sul 2,8% del pil.

Un eventuale recupero di competitività, che vedesse la produttività del lavoro crescere in Italia allo stesso ritmo delle economie leader della zona euro, si tradurrebbe, stima il Fondo, in un miglioramento della bilancia commerciale di 2-2,5 punti percentuali di pil.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below