10 maggio 2010 / 16:12 / tra 8 anni

Borsa Milano, recupero record dopo pacchetto aiuti: più 11,2%

MILANO (Reuters) - Piazza Affari trova la forza per mettere a segno un ulteriore scatto, al termine di una giornata euforica che ha mandato in archivio rialzi a doppia cifra percentuale per l‘indice FTSE Mib.

<p>Palazzo della Borsa di Milano in foto d'archivio. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

I mercati hanno corso in tutto il continente, lanciati dal cambio di clima innescato dal pacchetto di aiuti messo a punto nel fine settimana dall‘Ecofin con l‘Fmi, che può arrivare a 750 miliardi di euro e mira a chiudere le porte al rischio di contagio della crisi del debito sovrano greco al resto d‘Europa.

Il balzo della piazza milanese arriva a ‘doppiare’ quelli di Londra (+5,16%), Francoforte (+5,3%) e supera quello di Parigi (+9,66%), ma resta secondo alla fiammata di Madrid (+14,73%).

“Il rimbalzo di oggi è dovuto in gran parte ha ricoperture di chi era corto la settimana scorsa”, osserva Walter Sperb, Head of Asset Management di Credit Suisse Italia. “Non vi è ancora una view chiara su come si svilupperà il mercato nelle prossime settimane. C’è una volatilità enorme, gli investitori fanno fatica a capire se questo rimbalzo potrà durare o se la correzione proseguirà”.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso oggi con un rialzo dell‘11,28%, l‘AllShare del 10,49% e l‘indice MidCap del 6,90%. Volumi pari a 6,2 miliardi di euro.

* Bancari star della giornata, secondo un copione che un trader giudica “coerente” con il prezzo pagato dal comparto la settimana scorsa. Guida UNICREDIT, unico titolo del paniere principale a superare la soglia dei 20 punti percentuali di rialzo (+20,93%) e segue da vicino INTESA SP con un balzi del 19,68%. Si rafforza nella seconda parte della giornata MEDIOBANCA, spinta dalla forza dei risultati fino a chiudere a +16,57%. Oltre il 10% anche POP MILANO, BANCO POPOLARE e MONTEPASCHI SIENA, resta a +8,57% UBI BANCA.

Bene fra le altre banche POP EMILIA - su quest‘ultimo titolo c’è anche l‘effetto upgrade da parte di un broker - che avanza del 15,59%. Lo stoxx europeo chiude con un +14,04%.

* Chiudono con guadagni in doppia cifra anche TELECOM ITALIA (+10,66%) e FIAT, che chiude riportandosi comodamente sopra alla soglia dei 9 euro con un balzo del +10,56%. Tra gli industriali primeggia anche PIRELLI (+9,56%).

* Volano anche gli assicurativi con GENERALI e MEDIOLANUM che chiudono rispettivamente a +13,10% e +9,95%.

* Relativamente meno brillanti i titoli dell‘energia, nonostante il greggio in rialzo. Salgono dell‘8,13% SAIPEM, del 7,97% ENEL e del 7,58% ENI.

* Rialzi ‘normali’ quella dei difensivi, con TERNA e SNAM RETE GAS che si limitano al +3,34% e +2,88% rispettivamente.

* Fuori dal paniere principale, scatto bruciante di DIGITAL MULTIMEDIA TECHNOLOGIES a +25,79% nonostante un primo trimestre in rosso e in peggioramento rispetto a un anno prima. Crescono comunque Ebitda e ricavi. La controllata Dmt System è stata posta in liquidazione dal 5 maggio scorso.

* Giornata deficitaria anche per ASR ROMA che chiude con un calo del 3,41% nonostante la vittoria ieri lasci alla squadra ancora una possibilità di contendere il campionato di serie A all‘Inter.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below