10 maggio 2010 / 06:19 / 7 anni fa

Da Ecofin e Fmi pacchetto anti-crisi da 750 miliardi di euro

BRUXELLES (Reuters) - I mercati europei salutano con decisi rialzi l‘accordo tra i ministri delle finanze dell‘Ecofin per un piano di aiuti che potrebbe arrivare fino a 750 miliardi di euro e porre un freno alle tensioni che hanno investito l‘area euro sull‘onda della crisi del debito greca.

<p>Il commissario Ue agli Affari monetari Olli Rehn e il ministro dell'Economia spagnolo Elena Salgado durante la conferenza stampa di ieri sera seguita all'Ecofin. REUTERS/Thierry Roge (BELGIUM - Tags: POLITICS BUSINESS)</p>

L‘entità del pacchetto anti-crisi - risultato di una maratona negoziale che nel fine settimana ha coinvolto ministri delle finanze, governatori delle banche centrali e Fondo monetario internazionale - ha sorpreso gli investitori, spingendo al recupero la moneta unica sulle piazze valutarie.

Con un rialzo del 9% Piazza Affari guida i guadagni dei listini del Vecchio Continente.

Poderoso anche l‘intervento della Banca centrale europea che ha deciso di ricorrere a quella che gli economisti hanno definito “l‘opzione nucleare” e acquistare titoli di stato dell‘area euro. La banca centrale continuerà inoltre a mantenere in vita misure straordinarie sulla liquidità che aveva invece intenzione di eliminare e ne reintrodurrà alcune dismesse.

Da parte sua la Federal Reserve, per assicurare liquidità in dollari, ha annunciato di avere riaperto le linee di swap con varie banche centrali. Anche la Bce farà ripartire le operazioni di prestito in dollari.

Appoggio al pacchetto Ecofin/Fmi è giunto anche dai ministri delle finanze del Gruppo dei Sette e del Gruppo dei Venti.

La moneta unica, affondata la settimana scorsa a un minimo di 14 mesi contro il dollaro, è tornata sopra 1,30.

Se sulle prospettive a lungo termine dei membri più deboli della zona euro rimangono dei dubbi, al momento l‘azione decisa delle autorità europea sembra essere in grado di contrastare quello che il ministro delle Finanze svedese ha definito l‘atteggiamento da “branco di lupi” dei mercati finanziari.

Il pacchetto d‘emergenza prevede 440 miliardi di euro in garanzie bilaterali dagli stati dell‘euro mentre 60 miliardi andranno ad aumentare il plafond di un meccanismo creato dalla Commissione per sostenere la bilancia dei pagamenti dei paesi dell‘Est Europa, il cui tetto è attualmente di 50 miliardi.

Secondo fonti i 60 miliardi, garantiti da tutti e 27 gli Stati dell‘Unione, verranno usati come collaterale per prendere a prestito sui mercati consentendo alla Commissione di raccogliere circa 10 volte l‘ammontare sul tavolo. L‘accesso di un paese europeo agli aiuti potrà avvenire solo sotto le rigide condizioni dettate dall‘Fmi. Per quanto riguarda i soli paesi dell‘area euro invece, il meccanismo proposto dalla Commissione prevede la costituzione di un veicolo ad hoc che verrà garantito pro-rata dagli stati membri.

Un portavoce del governo tedesco ha precisato oggi che è possibile che non tutti i membri dell‘euro partecipino agli aiuti bilaterali e che il veicolo ad hoc non vedrà una garanzia unica da parte degli stati.

Il Fondo monetario dovrebbe contribuire con circa 250 miliardi di euro portando il totale del pacchetto a circa 750 miliardi di euro o 1.000 miliardi di dollari.

Gli economisti stimano che se Portogallo, Irlanda e Spagna avessero bisogno di salvataggi come quello varato per la Grecia, il costo totale potrebbe essere di circa 500 miliardi di euro.

L‘entità degli acquisti di titoli di Stato da parte della Bce, partiti già questa mattina, deve essere ancora determinata ma operazioni di assorbimento della liquidità verranno comunque utilizzate per neutralizzare gli effetti monetari.

I mercati obbligazionari hanno reagito all‘avvio del piano di acquisti della Bce comprimendo i premi al rischio richiesti sul debito dei paesi ‘non core’ verso Germania e riducendo il costo di assicurare questi titoli contro l‘ipotesi di default.

Per leggere i comunicati:

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below