28 aprile 2010 / 07:31 / 7 anni fa

Borse Asia Pacifico in ribasso su downgrade Grecia

MILANO (Reuters) - Le principali piazze dell'area 
Asia-Pacifico viaggiano ampiamente in territorio negativo dopo 
che il downgrade di ieri di Grecia e Portogallo ha innescato una 
fuga verso beni rifugio.
L'euro è sceso ai suoi minimi da un anno toccando 
quota 1,3146 dollari e ora scambia intorno agli 1,3209 dollari.
Giù i prezzi anche di materie prime e greggio, sceso 
sotto quota 82 dollari al barile e che ora scambia intorno agli 
82,28 dollari
Pesa inoltre la piazza americana, con il Dow Jones 
che ha chiuso in ribasso dell'1,92%, il Nasdaq del 2,04% 
e lo S&P del 2,35%.
Standard & Poor's ha detto di essere preoccupata per le 
capacità della Grecia di implementare le riforme che possano 
affrontare il proprio debito sovrano e mette in dubbio se il 
Portogallo sia in grado di gestire il proprio debito.
"Non riteniamo che i problemi del debito europeo si 
diffonderanno ad altri paesi, ma nel breve gli investitori 
stranieri che hanno giocato un ruolo molto importante nel 
sollevare il mercato potrebbero non comprare attivamente", ha 
detto Hwang Keum-dan, market analist per Samsung Securities a 
Seoul.
Intorno alle 8,50 italiane, l'indice MSCI delle Borse 
asiatiche, che esclude Tokyo, perde l'1,37%, 
mentre il Nikkei ha chiuso in ribasso del 2,57%.
HONG KONG, giù dell'1,37%, accusa l'andamento del 
greggio, con i titoli energetici che hanno contribuito di almeno 
un quinto della flessione dell'indice, con PetroChina 
perde circa l'1,8% nonostante la sua solida trimestrale.
SHANGHAI estende le perdite di ieri a -0,33%, 
scendendo sotto la sua media mobile a 25 giorni, un supporto che 
non era stato rotto dall'aprile dell'anno scorso.
La piazza di SINGAPORE non riesce a reggere l'urto 
delle borse Usa ed Europa e perde l'1,29%. Per oggi è attesa la 
trimestrale di Singapore Telecommunication e della sua 
controllata Indian Subsidiary, con le attese di un 
calo del 7% negli utili.
A TAIWAN, in ribasso dello 0,8%, hanno pesato i 
timori di una possibile diffusione dei problemi del debito 
europeo, che hanno danneggiato soprattutto gli esportatori a 
partire dalla produttrice di chip TMSC giù del 2,51% 
nonstante una buona trimestrale.
L'indice coreano Kospi lascia lo 0,89% nella sua 
sessione, con i titoli finanziari e gli elettronici a pesare. KB 
Financial Group perde il 3,36% sui timori per la 
Grecia, mentre LG Electronics ha perso lo 0,39% dopo una 
trimestrale sotto le attese.
La borsa indiana, giù dello 0,80%, cade sulla scia 
di finanziari ed energetici, come Reliance Industries, 
sostenute da fondi stranieri.
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below