24 aprile 2010 / 07:46 / tra 7 anni

G20,Draghi: Basilea 3 sarà attuata con lungo periodo transizione

WASHINGTON (Reuters) - La riforma dei requisiti patrimoniali e di liquidità delle banche, la cosiddetta Basilea 3, sarà attuata passando attraverso un periodo di transizione abbastanza lungo da evitare rischi per la ripresa economica.

<p>Mario Draghi, presidente del Financial stability board, parla a una conferenza stampa a Washington. REUTERS/Yuri Gripas</p>

Lo ha detto Mario Draghi, presidente del Financial stability board, che a Washington ha presentato ai responsabili finanziari del Gruppo dei Venti lo stato di attuazione delle riforme finanziarie.

In una conferenza stampa al termine del G20 finanziario, Draghi ha detto che più si avvicina il momento dell‘attuazione della riforma, più aumentano le resistenze del settore bancario.

“Questo è comprensibile, ma non bisogna cedere alle resistenze”, ha detto il banchiere centrale, cercando di rassicurare il settore finanziario dicendo che “l‘attuazione [di Basilea 3] sarà graduale e che la riforma scatterà quando la ripresa sarà solida”.

“Ci sarà una lunga fase di transizione al nuovo regime”, ha aggiunto, spiegando che il Financial stability board non diluirà il proprio obiettivo di lungo termine, ma si mostrerà aperto a discutere della durata del periodo di transizione.

Riguardo alle molteplici opzioni in campo per limitare il rischio sistemico derivante da banche grandi e interconnesse, Draghi ha detto che a giugno l‘Fsb presenterà un ampio menù di opzioni possibili.

“I paesi sceglieranno soluzioni diverse perché la realtà è molteplice. Quello a cui puntiamo è avere un minimo comune denominatore per tutti i paesi e poi ognuno sceglierà”, ha detto il presidente del board.

Draghi è parso cauto rispetto alla creazione di nuove tasse sul settore bancario per finanziare fondi di risoluzione di future crisi, ma ha riconosciuto che “alcuni paesi lo faranno qualsiasi cosa faranno le altre nazioni”.

Secondo il governatore della Banca d‘Italia “è difficile per i paesi che hanno avuto pochi problemi con il settore bancario domestico durante la crisi imporre nuove tasse”.

Draghi ha ribadito che la priorità e l‘intervento che deve essere attuato per primo nell‘ambito delle riforme finanziarie è Basilea 3.

Rispondendo a una domanda sull‘attivazione del piano di aiuti per la Grecia, Draghi ha detto: “La Grecia ha fatto la richiesta e i negoziati sono in corso, se il programma concordato è forte e convincente, con un‘attuazione veloce, allora sarà il fattore più importante per convincere i mercati”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below