21 aprile 2010 / 07:21 / tra 8 anni

Borsa Milano chiude negativa, balza Fiat su scorporo, giù banche

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in deciso ribasso, zavorrata dai finanziari, mentre Fiat chiude con un netto rimbalzo dopo l‘attesissimo annuncio dello spinoff.

<p>L'ingresso della Borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini ( ITALY )</p>

L‘indice FTSE Mib cede lo 0,97%, l‘AllShare lo 0,88%, mentre il MidCap scende dello 0,28% circa. Volumi per un controvalore di circa 3,6 miliardi di euro nel finale.

* Protagonista indiscusso della seduta il titolo Fiat: è arrivato a perdere oltre il 5% stamani su prese di beneficio, in assenza di notizie sullo scorporo, ha iniziato a recuperare nel pomeriggio, sulla scia dei dati del piano industriale al 2014, per poi riprendere a correre fino a un massimo del 4% dopo l‘ufficializzazione dello scorporo di Iveco e Cnh dal gruppo, con quotazione in vista.

“Il mercato scommetteva sullo spinoff e l‘annuncio c’è stato”, sintetizza un trader.

Fiat ha chiuso la seduta in rialzo dell‘1,73% a 10,60 euro con volumi pari a oltre 4 volte la media. E’ passato di mano il 12,3% del capitale.

* Poco mossa la controllante EXOR (-0,29%).

* Fra i finanziari pesante GENERALI che lascia sul terreno l‘1,57%. Male anche MEDIOBANCA (-2%). Ribassi compresi fra l‘1,8 e l‘1,34% per INTESA SP e UNICREDIT.

* FASTWEB torna a quota 15 euro (+1,15%) alla vigilia dell‘assemblea sulle nomine.

* Corre BUZZI UNICEM (+3,09%). Ing ne ha alzato il rating a “buy” da “hold”. Un broker italiano ne evidenzia la sottovalutazione. La concorrente ITALCEMENTI si muove in scia, ma meno tonica cresce solo dello 0,28%.

* In denaro STM: Goldman ha incrementato il target price a 8,7 da 7,75 euro. In un report dedicato all‘hardware il broker scrive che i conti STM (attesi domani) dovrebbero beneficiare del miglioramento del cambio euro/dollaro.

* LUXOTTICA termina in rialzo dell‘1,3%: Ubs ne ha aumentato il target price a 21 da 18,6 euro.

* Male AZIMUT che perde 2,44%: un dealer riferisce che Cheuvreux ne ha ridotto la valutazione. Un secondo operatore ritiene che “gli investitori stiano facendo spazio in portafoglio in attesa di Fideuram”, che opera nello stesso settore del risparmio gestito.

* Fra le small e mid cap, vola EUTELIA (+11,7%): il gruppo ha chiuso il 2009 con una perdita di 62,5 milioni e aggiornato il piano industriale 2010-2012.

* Realizzata ERGYCAP (-2,37%), che aveva corso nelle sedute precedenti dopo che Banca Imi, in un report datato 19 aprile, aveva assegnato “buy”, con target price di 0,97 euro.

* Brillante ANTICHI PELLETTIERI (+1,36%), che non sarà coinvolta nel fallimento di MARIELLA BURANI FASHION GROUP.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below